Home Senza categoria Bruciare una foglia di alloro in casa: Il suo effetto allevia lo...

Bruciare una foglia di alloro in casa: Il suo effetto allevia lo stress e rilassa

10049
0
SHARE
bruciare-foglie-alloro

L’alloro è una pianta che di certo conosci, perchè la usi spesso in cucina. Si usa infatti come insaporitore di zuppe e secondi a base di carne; è ottimo sugli arrosti. Quello che non sai, forse, è che l’alloro è una pianta considerata magica.

Secondo la leggenda, il dio Apollo si era innamorata di una ninfa di nome Dafne. La fanciulla però non ricambiava il suo amore e non sapeva più come fare per sottrarsi al suo insistente corteggiamento. Alla fine, chiese a sua madre Gea di tramutarla in una pianta.

Fu così che nacque l’alloro, che Apollo dichiarò sacro e volle fosse una pianta sempreverde. Ecco perchè l’alloro era usato per fare serti e corone, che venivano messe sul capo dei condottieri in trionfo. Ancora oggi si usa regalare corone di alloro a coloro che conseguono la laurea.

Si credeva così che l’alloro avesse il potere di mettere le persone in contatto con gli dei, di favorire la divinazione del futuro. Le sacerdotesse dormivano su materassi di alloro per avere sogni premonitori, e ne bruciavano le foglie per aspirarne i fumi ed enunciare le loro profezie.

Oggi sappiamo che l’alloro ha tante virtù curative: fa bene all’apparato digerente, cura le vie respiratorie ed è un toccasana contro i reumatismi. E sappiamo anche che bruciare l’alloro, per quanto non possa darti il dono della profezia, potrebbe avere per te degli effetti notevolmente benefici.

Quando sei talmente stanca e piena di pensieri da non riuscire a fare chiarezza nel tuo cervello, prendi due o tre foglie di alloro essiccate. mettile in un posacenere di metallo e poi da loro fuoco con un fiammifero di legno.

Rilassati sulla tua poltrona preferita e aspira a fondo il suo profumo: vedrai che troverai immediato sollievo. La tua testa diventerà più leggera, i tuoi nervi si distenderanno. Prova stasera stessa, e non te ne pentirai!

fonte : rimedi-naturali.it

foto: http://naturalblog.info/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here