Home abusi di potere “In Italia, con la scusa del Coronavirus, il governo ha violato i...

“In Italia, con la scusa del Coronavirus, il governo ha violato i diritti umani”: l’ONU chiede l’intervento di Trump

3900
0
rimini drone covid
Loading...

L’Onu chiede l’aiuto di Donald Trump: in Italia, con la scusa del Coronavirus, sono stati violati molti diritti umani

Che il lock-down vissuto dall’Italia, ovvero uno dei più rigidi al mondo, sia andato a ledere alcuni diritti fondamentali è fuori da ogni dubbio. Ma finché se ne è parlato solo in Italia, la faccenda è stata vissuta come un voler per forza andare contro il governo.

Ora, però, a lanciare l’allarme è stato niente meno che un ambasciatore dell’ONU. Alicia Erazo, ambasciatore per i diritti umani, ha scritto su Twitter: “SOS Signor Presidente Trump: gravi violazioni dei diritti umani per il popolo italiano con la scusa del coronavirus da parte del governo. Alicia Erazo, Alto Commissario internazionale per i diritti umani del CIDHU, per l’Europa, l’Asia e l’Oceania”.

Il Tweet di Alicia Erazo

@realDonaldTrump S.O.S Mister President:serious violations of human rights to the Italian people with the excuse of the coronavirus by government. Alicia Erazo,CIDHU International High Commissioner for Human Rights,for Europe,Asia an Oceania.

Visualizza l'immagine su Twitter
Affermazioni dure e importanti, che in Italia erano state precedute da diverse opinioni di esperti che provavano ad attivare qualche campanello d’allarme: i decreti varati dal Governo sprizzavano incostituzionalità da tutti i pori.
Andavano infatti a ledere proprio quella stessa Costituzione che è alla base dei nostri diritti fondamentali: (Autocertificazioni, congiunti, limitazioni agli spostamenti: il decreto di Conte è davvero incostituzionale [DETTAGLI]). 

Ora l’allarme è stato dato a livello internazionale e forse finalmente riusciremo a capire quante libertà ci siano state tolte in questi mesi, in nome di una salute che, come si è visto in altri Paesi del mondo, poteva essere preservata in altri modi.

Anche se, a guardar bene, risulta alquanto bizzarro il tweet di Alicia Erazo, soprattutto in virtù del fatto che più che rivolgersi a Trump avrebbe potuto rivolgersi ad altre figure più idonee nel panorama internazionale, come Ban Ki-moon, per esempio, segretario generale delle Nazioni Unite.

AGGIORNAMENTO:

A seguito della pubblicazione del presente articolo Alicia Erazo ha contattato la nostra redazione, spiegandoci il perché del suo appello al presidente Trump: “Ho ritenuto più che opportuno rivolgermi tramite twitter al Presidente Trump perché sono molto vicina ad un membro dell’operazione tempesta che qualche settimana fa ha compiuto un operativo impressionante a favore dei bambini, non soltanto mi sto rivolgendo al Presidente Trump, lo sto facendo anche all’Alto Commissario per i Diritti Umani ONU, Michel Bachelet, infine a tutti gli organismi mondiali dei diritti umani”.

La Erazo, Alto Commissario Internazionale dèi Diritti Umani CIDHU per l’Europa, Asia e Oceania, è dunque intenzionata ad andare fino in fondo nella denuncia di quanto accaduto in Italia durante il lock-down.

fonte: meteoweb.eu

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.