Home abusi di potere “SEQUESTREREMO LE BICI DI CHI SI ALLENA”: INTERVIENE LA PROCURA DI MASSA

“SEQUESTREREMO LE BICI DI CHI SI ALLENA”: INTERVIENE LA PROCURA DI MASSA

3913
0
polizia sequestro bici

Secondo quanto riporta il quotidiano Il Tirreno, la procura di Massa Carrara intende eseguire il sequestro probatorio di biciclette da corsa e mountain bike che vengono utilizzate per allenamenti, sia di gruppo che in solitaria. Lo stop agli allenamenti è stato dettato per prevenire il diffondersi del Coronavirus, mentre siamo in piena emergenza.

Secondo quanto spiega il procuratore Marco Mansi, il sequestro non è previsto nei casi in cui si accerti che lo spostamento in bici sia determinato da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Non sarà quindi possibile allenarsi o uscire in bicicletta per svago. Non è da escludere che questo provvedimento possa essere adottato in altre zone d’Italia.

Ecco un commento degli appassionati:

  1. luca

Buon giorno a tutti….. Sarò controcorrente ma non mi sembra che circolare da solo vada contro legge.. Se poi la motivazione è quella di una eventuale caduta e conseguente utilizzo del Pronto Soccorso… È un dato statistico che in abitazione ci si faccia male ugualmente facendo i lavori di casa… Poi è una mia opinione magari sbagliata…

2)  massimiliano

una mattina di marzo mi sveglio e scopro che non posso + andare in bici e tutto ciò per decreto e mi chiedo: ma chi posso contagiare circolando da solo in bici? nessuno ovviamente ,però quelli bravi mi dicono che è per ragioni di sicurezza ….. andare ad intasare i pronto soccorso in sofferenza a causa di una caduta (per altro molto meno probabile del solito dato che il 90% degli automezzi non circola) è dannoso.

Bene allora mi convinco resto a casa e mi affaccio alla finestra da dove vedo un andirivieni di auto che parcheggiano entrano dal tabaccaio sotto casa e ne escono con stecche di sigarette e così scopro che andare a rimpinguare la colonia dei 43.000 malati di cancro annuali al polmone invece è lecito.

Ma i malati di cancro non hanno problemi polmonari ? non hanno in fase acuta bisogno dei respiratori? sarà forse perchè si pagano il vizio con i soldi ai monopoli di stato? Scusate lo sfogo ma in una società in cui un tabagista può gridare delenquente ad un soggetto che fa sport solo all’aria aperta ‘non andrà tutto bene’.

3 ) massimo

ognuno si fa le leggi per conto proprio in barba al decreto del consiglio dei ministri!

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.