Home animali Animali in vacanza? Le regole per viaggiare sicuri in auto

Animali in vacanza? Le regole per viaggiare sicuri in auto

155
0
gatti cani
Loading...

Cani e gatti, ma anche conigli e furetti, ecco come rendere piacevole un viaggio in compagnia del vostro pet.

Il check up

Che sia grande, piccolo, coccolone o indipendente, prima di ogni partenza c’è una cosa che dovete fare: portare il vostro animale da compagnia dal veterinario per un check up generale. In questo modo, potrete verificare le sue condizioni e avere tutti i dettagli utili sul suo trasporto, sui documenti e le eventuali vaccinazioni da fare

Sicurezza, prima di tutto…

Far star bene gli animali quando viaggiano è un dovere di ogni padrone. Per farlo nel modo giusto ci sono alcune accortezze da avere. Innanzitutto, l’auto deve essere un luogo sicuro e confortevole sia per gli esseri umani che per gli animali. Per questo, è importante verificare lo stato della propria vettura, facendo un passaggio in officina

Le regole del Codice della Strada

La legge prevede che l’animale non debba infastidire chi guida. Per questo esistono appositi accessori per l’auto. Potete farli viaggiare nel bagagliaio, separati da una rete o da sbarre di sicurezza (è obbligatorio, se si ha più di un cane); oppure optare per un trasportino, nel caso di gatto o cani di piccola taglia. In alternativa, potete posizionarli sul sedile posteriore con una pettorina a cui attaccare una cintura di sicurezza. Mai, invece, tenere il cane in braccio al passeggero, perché in caso di incidente i danni sono enormi

Abituateli prima di partire

È poi importante che gli animali siano a loro agio. Per questo è consigliabile abituarli ai viaggi in auto, prima della partenza. La cosa migliore, soprattutto in vista delle maratone autostradali, sarebbe già sapere come reagirà l’animale. Per questo potrebbe essere utile fare qualche piccolo tragitto prima della vacanza vera e propria, in modo da osservare il suo comportamento e abituarlo alla situazione.

Combattete cinetosi e paura

Tra i problemi più comuni c’è la cinetosi (cioè un fastidio “fisico” al movimento), che si può combattere con farmaci specifici, dopo essersi confrontati con il medico veterinario. Ma gli animali possono avere anche paura di una situazione non nota, o di eventi che riportano alla memoria ricordi sgradevoli legati al mezzo di trasporto. In questo caso, la soluzione è più complessa: si può ricorrere a una terapia comportamentale, ama se non dovesse bastare un supporto farmacologico può essere importante.

Nel trasportino, gli animali più piccoli

In auto gli animali più piccoli possono viaggiare nel trasportino. Anche in questo caso, è consigliabile un approccio graduale: abituateli man mano a entrare in uno pieghevole, magari utilizzando il metodo del rinforzo positivo premiandoli con dei bocconcini particolarmente buoni. Fissate poi il trasportino all’auto in modo che non si sposti.

Rampa d’accesso

Per facilitare la salita e la discesa dall’auto, è utile utilizzare una rampa d’accesso soprattutto per gli animali più anziani o con difficoltà motorie. Nel caso dei cani, è indicata anche per i cuccioli che fino a un anno di età devono preservare le delicate articolazioni ed evitare di saltare su e giù dalla vettura.

No al digiuno, ma con moderazione

Per quanto riguarda l’alimentazione, molto varia da animale ad animale. Alcuni mangiano prima della partenza e non hanno problemi durante il viaggio. Altri, invece, stanno male e possono arrivare anche a vomitare. Il consiglio è quello di dargli un pasto leggero e secco almeno due ore prima del viaggio. Nel caso di viaggi brevi, li si può tenere anche a digiuno, ma se si superano le 8-10 ore è bene fornire loro un po’ di cibo durante una sosta.

Acqua sempre a disposizione

Fondamentale, invece, è avere sempre dell’acqua fresca (ma non gelata) a portata di mano: all’uso potete utilizzare le comode ciotole pieghevoli che si trovano in commercio. Offrite da bere ai vostri animali ogni poche ore, ma non insistete se non l’accettano.

Evitate le ore più calde della giornata

Se l’animale viaggia nel bagagliaio, la temperatura da esso percepita può essere molto alta, anche se è attiva l’aria condizionata. Per questo, è preferibile mettersi in moto nelle ore meno calde della giornata e limitate l’uso del condizionatore per evitare gli sbalzi termici. Molto dipende dalla durata del viaggio, dal mezzo e dalle condizioni atmosferiche ma, in generale, è bene tenere presente che alcuni animali soffrono di meno il mal d’auto di notte. Anche in questo caso, può essere utile fare delle prove per capire come reagisce il proprio animale.

Cambiate l’aria

Ogni tanto, aprite il finestrino per favorire il ricambio d’aria. Ma non fate sporgere l’animale: i colpi d’aria, anche ad alte temperature, potrebbero provocare otiti e mal d’orecchie.

Fate una sosta ogni 2-3 ore

Soprattutto nel caso di un viaggio lungo, magari in autostrada, è bene partire preparati, pianificando già le soste nelle aree appositamente attrezzate per gli animali. In generale, per cani e gatti, è necessario prevedere una fermata ogni 2-3 ore per una sgambatina e un sorso d’acqua.

Le vaccinazioni

A seconda delle regioni e dei Paesi le regole cambiano. Nella maggior parte dei casi, basta rispettare le norme generali previste per l’Unione europea. Ci sono però eccezioni, ad esempio per l’Inghilterra, la Svezia o l’Irlanda. Tra l’altro, se si prevedono tratte in treno o in traghetto, potrebbero essere previste vaccinazioni particolari (in genere, l’antirabbica) per la tutela di passeggeri e personale. Il consiglio, quindi, anche tenendo conto della particolare situazione sanitaria che stiamo vivendo legata al Covid-19, è quello di informarsi per tempo con il proprio veterinario di riferimento per adempiere a tutti gli obblighi previsti nel Paese di destinazione.

I documenti da portare

Per viaggiare in Italia basta avere il libretto sanitario in cui sono riportate le vaccinazioni fatte dall’animale. Per i Paesi dell’Ue, invece, è necessario il passaporto europeo, il documento ufficiale di riconoscimento dei cani, gatti e furetti e viene rilasciato solo dopo aver effettuato almeno 21 giorni prima la vaccinazione antirabbica.

Fateli sentire come a casa

Per fare in modo che il viaggio sia davvero confortevole, oltre alla ciotola d’acqua si possono portare i giochi o i passatempi preferiti dal vostro amico peloso. In viaggio saranno così distratti e occupati.

Gli accessori

Per assicurare il vero comfort ai vostri animali, ci sono tanti accessori utili. Dal coprisedile alla pettorina, dalla lettiera da viaggio alla doccetta. Trovate la nostra selezione in questa guida.

No all’abbandono degli animali in strada

Ogni anno in media vengono abbandonati 80mila gatti e 50mila cani, soprattutto d’estate. Sono le stime della Lav, Lega anti vivisezione, che evidenzia come più dell’80% di questi animali rischi la morte per incidente, stenti o maltrattamenti. Non a caso, l’abbandono è un reato che prevede l’arresto fino a un anno o il pagamento di una multa da mille fino a 10mila euro (articolo 727 del Codice penale).Se in strada vedete un animale in difficoltà, non fermatevi ma chiamate il 112, chiedendo della Polizia stradale. Indicate il tipo di animale, la strada su cui viaggiate, la direzione e un riferimento il più preciso possibile.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.