Home coronavirus COVID-19: Appello internazionale per tutelare la salute dei cittadini. Come firmare la...

COVID-19: Appello internazionale per tutelare la salute dei cittadini. Come firmare la petizione

740
0
taiwan ha sconfitto il coronavirus
Loading...

Iniziativa spontanea che unisce scienziati, medici, avvocati e cittadini liberi di tutto il mondo

Gli studi indipendenti di vari scienziati hanno evidenziato diverse problematiche sul piano di conoscenza del virus e le relative terapie. Sono emerse tante incongruenze da tanti punti di vista che sono riassunti in queste due lettere. Le riflessioni partono da due approcci complementari e chiedono spiegazioni offrendo nuove modalità di approccio e protocolli.

Destinatari dell’appello

  • Tedros Adhanom GHEBREYESUS, Organizzazione Mondiale della Sanità;
  • Mario Monti, Responsabile Sanità per l’Organizzazione Mondiale della Sanità;
  • Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione Europea;
  • David Sassoli, Presidente del Parlamento Europeo;
  • ai Presidenti di ogni Nazione;
  • ai Ministri della Salute di ogni Nazione.

Lettera di Antonietta Gatti e Robert F. Kennedy

Gentili Presidenti e Ministri,

come gruppo internazionale di scienziati, medici e avvocati, Vi contattiamo oggi in merito alla pandemia SARS-CoV-2, che ha cambiato la vita in tutto il mondo.

Una varietà di aspetti sul virus SARS-CoV-2 e sulle terapie relative a esso si sono dimostrati errati. Tra questI c’erano le informazioni fornite dall’OMS, dall’UE e da enti governativi in molti paesi europei.

Siamo particolarmente preoccupati per il meccanismo con cui agisce il virus e per i protocolli terapeutici utilizzati in modo quasi identico in tutto il mondo.

Diversi aspetti clinici del comportamento di SARS-CoV-2 che abbiamo osservato sono in netto contrasto con ciò che le autorità di informazione e i media hanno riportato.

Per comprendere correttamente l’attività virale di SARS-CoV-2, abbiamo bisogno di maggiori informazioni.

Una domanda chiave è perché la concentrazione della letalità [% dei decessi sul totale dei soggetti positivi] sia risultata così diversa tra i paesi europei.

Pertanto, cerchiamo di comprendere e spiegare, scientificamente, la concentrazione delle differenze di mortalità [le differenze nei tassi di mortalità] dal virus nei diversi paesi e aree dell’Europa.

Questa conoscenza è essenziale per determinare se un vaccino ad hoc, con tutti i rischi che ne derivano, è davvero necessario, come molti di Voi hanno affermato.

Ringraziamo per l’attenzione dimostrata, e fiduciosi di un Vostro riscontro, porgiamo cordiali saluti.

Lettera di Luc Montagnier
Premio Nobel per la Medicina

Gentili Presidenti e Ministri,

nella qualità di un gruppo internazionale formato da scienziati, medici e avvocati, ci rivolgiamo a Voi oggi per quanto riguarda l’epidemia di SARS-CoV-2, che ha cambiato la vita delle persone in tutto il mondo.

Dopo un periodo di smarrimento nel formulare sia la diagnosi di infezione da covid-19 che la terapia per i pazienti, sembra che, come in molte altre infezioni virali, ci siano tre tipi di aspetti clinici di questa infezione:

  1. asintomatico in pazienti con PCR positiva;
  2. sintomatico con lievi segni clinici;
  3. sintomatico con grave insufficienza d’organo.

Una terapia sperimentata per la prima volta in Cina e sviluppata in Francia dal Pr Didier Raoult ha dimostrato di avere una certa efficacia nei due primi gruppi di pazienti. Questa terapia prevede l’uso di idrossiclorochina a dosi moderate in associazione con azitromicina, immunomodulatori e antiossidanti, e si propone di prevenire l’evoluzione di questi pazienti nella più grave fase tre.

Proponiamo che un protocollo terapeutico basato sull’esperienza clinica sia messo a punto da una commissione medica. Questo comitato dovrebbe essere indipendente dalla pressione economica delle aziende farmaceutiche, dei gruppi politici e dei direttori delle riviste scientifiche.

È stato dimostrato che l’evoluzione dei pazienti dalla fase 2 alla fase 3 potrebbe essere bloccata dalla terapia di cui sopra. Di conseguenza la letalità (rapporto tra i decessi e i pazienti positivi alla PCR) potrebbe essere un importante parametro di efficacia di questo protocollo.

Cordiali saluti

Primi firmatari

Wolfgang Wodarg,
Medical Doctor, Germany

Chinda Brandolino,
Medical Doctor, Argentina

Maria José Albarracin,
Medical Doctor, Spagna

Reiner Füllmich,
Laywer, Germany

Wilhem Engel,
Farmaceutical Sciences, Holland

José Ortega,
Laywer, Spain

Jean Pierre Eudier,
Medical Doctor, Germany

Luca Speciani,
Medical Doctor, Italy

Alla ricerca della verità

E’ inutile nascondersi dietro ad un dito. La comunicazione e le informazioni mediche e scientifiche ( in primis quelle della stessa OMS ) sono state caratterizzate da una disomogeneità che spesso è sfociata in contraddizione e schizofrenia.

Questa è un’iniziativa nata per chiedere informazioni precise all’Organizzazione Mondiale della Sanità che dovrebbe tutelare la salute dei cittadini. La dr.ssa Antonietta Gatti, l’avvocato Robert Kennedy Jr, il dr Wolfgang Wodarg, la dr.ssa Chinda Brandolino, l’avvocato Reiner Füllmich, sono i principali promotori.

Dopo la stesura della lettera abbiamo deciso di chiedere qualche firma in più ma immediatamente si sono aggiunti molti medici, legali e tantissimi cittadini che vogliono spiegazioni chiare.

In poche ore abbiamo ricevuto oltre 4.000 email in un fine settimana festivo (13-15 agosto 2020) e abbiamo deciso di fare questa pagina web specifica, privata per raccogliere tutte le firme di tutte le persone da tutto il mondo.

Vai all’articolo originale per firmare anche tu la petizione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.