Home coronavirus Covid, presidio terapie domiciliari. Medici: “Zero ospedalizzazioni e morti”

Covid, presidio terapie domiciliari. Medici: “Zero ospedalizzazioni e morti”

276
0
covid cure domiciliari
Loading...

10.000 persone accorse in piazza Duomo a Milano la scorsa settimana per chiedere al ministro Speranza il diretto coinvolgimento nella stesura delle nuove linee guida

10.000 persone ieri sono accorse in piazza Duomo, alla Conferenza nazionale sulle Terapie domiciliari per il Covid 19, organizzata dall’avvocato Erich Grimaldi. Dopo oltre un anno dalla  fondazione del Comitato per il diritto alla cura tempestiva domiciliare, con centinaia di medici in tutta Italia che salvano migliaia di vite a casa, Grimaldi ha lanciato una petizione per chiedere al Ministero della Salute di coinvolgere il Comitato nella stesura di linee guida che tengano conto di queste evidenze. Sia a Roma, dove sono intervenute 5.000 persone, sia a Milano, i cittadini hanno continuato a firmare. 

“Se non verremo coinvolti da Speranza nella revisione dei protocolli di cura come stabilito dall’Odg approvato dal Senato in data 8 aprile 2021 abbiamo deciso che, con la nuova associazione Unione CDL, lanceremo un referendum popolare per chiedere significative modiche della medicina territoriale” -ha detto Grimaldi ad Affaritaliani.it. Perché la medicina territoriale, come ha detto la portavoce del Comitato Valentina Rignano, “è stata completamente defraudata del suo ruolo, con i medici che ormai sono abituati e rassegnati a fare ricette e inviare in pronto soccorso, all’ospedale e dallo specialista. 

Numerose le testimonianze dei medici, come  Salvatore Totaro, Messina, 350 pazienti, tutti guariti, nessuno ospedalizzato e nessuno deceduto. Un altro medico, Riccardo Szumsky, intervistato da Affaritaliani.it nel febbraio 2020, con centinaia di guariti al suo attivo, ha detto con sorpresa “mai avrei immaginato di avere una standing ovation”. 

www.affaritaliani.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.