Home coronavirus Mattarella e crisi Covid: “usare i risparmi degli italiani per sostenere una...

Mattarella e crisi Covid: “usare i risparmi degli italiani per sostenere una rapida ripresa”

999
1

Crisi Covid: il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dichiara, durante la giornata Mondiale sul Risparmio, in un messaggio inviato al Presidente dell’Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio S.p.A., Francesco Profumo: “Questa Giornata si tiene durante una crisi profonda, che richiede misure urgenti per salvaguardare il presente e, soprattutto, il futuro della nostra società. Il risparmio, tradizionale patrimonio del nostro Paese – la cui tutela è sancita dalla Costituzione – può concorrere alla ripartenza“.

La grave crisi Covid che è diventata anche crisi economica, ma probabilmente la situazione era già critica da tempo economicamente per l’Italia, hanno indotto -secondo il Capo delle Stato- a un sensibile aumento del tasso di risarmio di famiglie e imprese italiane.

Ecco che dopo questo preludio se ne esce dicendo che ” queste risorse se adeguatamente utilizzate, potranno contribuire a sostenere una rapida ripresa di consumi e investimenti, una volta domata la pandemia e ridotta l’incertezza sulle prospettive future. È indispensabile creare le condizioni utili a ristabilire un clima di fiducia”.

Queste parole hanno fatto drizzare le antenne a chi segue con attenzione le cronache politiche, perché pochi giorni prima il premier Giuseppe Conte aveva dichiarato in Parlamento che il suo governo starebbe compiendo “sforzi immani” per evitare un aumento della tassazione. Alla fine di settembre, sui conti bancari degli italiani risultavano depositati oltre 1.680 miliardi di euro, verosimilmente più di quanto sarà il PIL a fine 2020.

Cenni storici sulla storica patrimoniale di Amato nel ’92

Era il 1992 quando il governo di Giuliano Amato, al potere solo da pochi mesi, prese una decisione senza precedente: applicare una patrimoniale sui conti correnti degli italiani, il famoso 6 per mille sui capitali che, in realtà, erano già al netto delle imposte. Vi fu il crollo della lira italiana – alimentato dal noto speculatore George Soros, per motivi di interesse economici personali.

 

1 COMMENT

  1. Si, insomma. Dopo aver distrutto l’economia italiana vogliono pure prendersi “e sgarbee”
    (e sgarbee , in lingua veneta, è quella sorta di muco che esce dagli occhi quando si soffre di congiuntivite.)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.