Home coronavirus Padova, i ricoveri Covid in Terapia Intensiva al 70% di vaccinati. Ora...

Padova, i ricoveri Covid in Terapia Intensiva al 70% di vaccinati. Ora Draghi come la mettiamo con il GP??

836
0
padova 70% vaccinati
Foto Cecilia Fabiano/ LaPresse 02 Aprile 2021 Roma (Italia) Cronaca : Terapia intensiva. Ancora piene prima delle vacanze di pasqua le terapie intensive degli ospedali romani Nella foto : La terapia intensiva dell’ospedale San Filippo Neri April 02, 2021 Roma (Italy) News : Intensive Care Unit . Intensive care in Roman hospitals is still full before the Easter holidays In The Pic : the San Filippo Neri Hospital Intensive Care

«C’è un dato che proprio non mi piace». Scuote la testa Giuseppe Dal Ben, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera quando, durante la consueta conferenza stampa di metà settimana sulla situazione-Covid, arriva il momento dell’aggiornamento sui posti letto occupati.

E il motivo è presto detto: «Siamo a quota 38 – spiega Dal Ben – di cui 18 in area medica, otto in Geriatria, due in terapia subintensiva e 10 in terapia intensiva, ma a preoccuparmi non è tanto il numero totale quanto i 21 ricoveri effettuati solo negli ultimi sette giorni, ovvero il triplo rispetto alla settimana precedente: è uno dei dati più alti degli ultimi mesi». Il secondo, per la precisione: bisogna infatti ritornare al 23 settembre per trovare una settimana con più ospedalizzazioni (22), e considerando l’andamento estivo era almeno da metà primavera che non si registravano impennate simili.

Ad alzarsi è anche l’età media, che arriva a 72,2 anni, e colpisce come, ad esempio, la maggioranza dei ricoverati in terapia intensiva (per la precisione sette su dieci) sia vaccinata.

Terza dose per gli anziani

La spiegazione principale è legata – alla luce dell’età avanzata – al quadro clinico già gravato da altre patologie, ma a fornire indirettamente un’altra possibile motivazione è la dottoressa Anna Maria Cattelan, direttore del reparto di Malattie infettive e tropicali, che siede al fianco di Dal Ben. E che, presentando una dettagliata istantanea dei ricoveri in area medica nella giornata di martedì 19 ottobre (erano 21 i posti letto occupati) afferma: «Tra i nove pazienti vaccinati presenti il tempo medio trascorso dall’ultima dose ricevuta alla positività al Covid è di 163 giorni».

Ovvero cinque mesi e mezzo circa: «Ecco perché – aggiunge la dottoressa Cattelan – è fondamentale che soprattutto le persone anziane o già gravate da problemi di salute facciano la terza dose una volta trascorsi i sei mesi dal completamento del primo ciclo, così da contrastare il calo anticorpale». Anna Maria Cattelan fa quindi il riepilogo dei pazienti Covid transitati per il suo reparto da inizio pandemia a oggi: «Sono stati in totale 1.128, con 41 decessi, a cui vanno aggiunti i 322 non affetti da Coronavirus ma da altre malattie infettive come ad esempio le 35 persone colpite da tubercolosi, perché anche nei mesi più duri non abbiamo comunque negato le cure a nessuno. Focalizzandoci invece sugli ultimi cinquanta giorni i ricoveri legati al Covid sono stati 137, purtroppo con tre morti».

La questione dei tamponi

Il bilancio sui tamponi realizzati giornalmente nel retro della palazzina di Malattie infettive («Siamo sui 300 al giorno per gli adulti e 180 per i bambini, a cui vanno aggiunti i 130 circa per le pre-degenze») diventa un assist per il dg Dal Ben, che riprende la parola per fornire un quadro più generale: «Abbiamo riscontrato 152 positivi su 7.236 test eseguiti, una percentuale (2,1%, ndr) di poco più alta rispetto a settimana scorsa e che disturba perché è superiore alla media regionale e anche nazionale. Per quanto riguarda i tamponi a pagamento, fatti per la quasi totalità da lavoratori, ne sono stati refertati 1.173 negli ultimi sei giorni, di cui 837 tra domenica e martedì notte, durante la quale ne sono stati effettuati 32».

www.corrieredelveneto.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.