Home fai da te Auto-annaffiare le piante (quando non ci sei): 4 tecniche geniali

Auto-annaffiare le piante (quando non ci sei): 4 tecniche geniali

4284
0
innaffiare le piante goccia a goccia

L’annaffiatura delle piante è un fattore estremamente cruciale per la buona riuscita di ogni tipo di coltivazione.

La giusta quantità d’acqua permette alle piante di svilupparsi al meglio in ogni fase della crescita: se ricevono troppa acqua, possono subire danni a livello delle radici ma anche a livello del fusto e delle foglie.

D’altra parte, se ricevono troppa poca acqua rischiano di rinsecchire e morire in breve tempo. Durante i nostri periodi di assenza, il rischio di sbagliare e farle morire è ancora più elevato.

Loading...

Le piante continuano a necessitare la loro prima fonte di vita e, a meno che non abbiate amici o parenti disposti a venire a casa vostra a bagnarle, è necessario un sistema furbo ed economico per sostituirvi.

Ecco perciò alcune tecniche geniali per “abbeverare” le piante senza sprecare acqua. Queste soluzioni permettono di non irrigare manualmente piante da vaso e piante interrate, orto compreso, per giorni, permettendo di andare in vacanza o assentarsi per un weekend, senza dover chiedere ad amici e vicini di dare acqua alle piante.

Scopriamo insieme le 4 tecniche a impatto zero per annaffiare le piante:

1) Come funziona

Può sembrare una manovra complicata, in realtà bastano meno di 5 minuti per posizionare ogni singolo dispositivo per l’annaffiatura. Il primo passo è procurarsi delle bottiglie di plastica di due diverse dimensioni: si possono accoppiare bottigliette da mezzo litro e bottiglie da un litro e mezzo, oppure bottiglie da un litro e mezzo e taniche da 3 litri e così via: più grandi sono i contenitori, più durerà la carica d’acqua.

A seconda delle esigenze, procuratevi contenitori di plastica di diverse misure e seguite le istruzioni per avere il vostro impianto di irrigazione a costo zero e a impatto zero.

2) La costruzione del serbatoio

Prendete il contenitore in plastica più piccolo e tagliatelo grosso modo a metà, per ottenere una specie di bicchierone in plastica. Scavate una buca per interrarlo fino al bordo e riempitelo d’acqua. A questo punto prendere il contenitore in plastica più grande e tagliate anche quello a metà.

serbatoio innaffiare le piante

Ora posizionate il contenitore grande, capovolto sopra al contenitore più piccolo, in modo da ottenere come un grande coperchio. In questo momento il vostro sistema di irrigazione è completo e funzionerà automaticamente: più sole ci sarà, più le piante saranno abbeverate.

L’acqua nel serbatoio si scalda ed evapora, ma il vapore, anziché volare via, sale vicino alla superficie del coperchio di plastica, dove non può fare altro che condensare e cadere al suolo, bagnando il terreno in proporzione a quanto calore ha ricevuto.

3) I vantaggi di questo sistema di irrigazione

Questo sistema di irrigazione (ma non è l’unico, nelle prossime pagine ne troverete altri!) è completamente automatico e gratuito ed è molto più efficiente di qualsiasi altro metodo. Ecco spiegati i motivi della sua ottima qualità!

Più il clima è caldo e soleggiato e più le piante avranno sete… E più vapore verrà emesso per dissetarle, tutto sarà proporzionato senza dover mai intervenire. Ogni singola goccia va a cadere direttamente a terra senza essere spruzzata addosso a vasi, selciati o reti, ma finendo sempre a pochi centimetri dalle radici. E puoi anche riciclare le bottiglie di plastica ma anche vasetti, barattoli, ecc…

4) Stuoia filtrante

Nel caso le piante d’appartamento in vaso siano tante è possibile utilizzare un altro metodo molto semplice. Basterà stendere un piccolo telo sotto le piante su una superficie piatta.

Una parte della stoffa dovrà essere immersa in una bacinella piena d’acqua che si dovrà posizionare ad un livello inferiore a quello di dove si trovano le piante. In questo modo l’acqua risalirà in modo capillare nel terreno e così innaffierà le piante.

 

 

 

 

Loading...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.