Home geopolitica Microsoft ha lavorato con l’università militare cinese sull’intelligenza artificiale

Microsoft ha lavorato con l’università militare cinese sull’intelligenza artificiale

782
0
microsoft

Preoccupazioni sollevate sulla ricerca che potrebbe essere utilizzata per la sorveglianza e la censura

Microsoft ha lavorato con un’università cinese a conduzione militare nella ricerca dell’intelligenza artificiale che potrebbe essere utilizzata per la sorveglianza e la censura, una rivelazione che ha suscitato rabbia tra i falchi cinesi a Capitol Hill.

Tre articoli, pubblicati tra marzo e novembre dello scorso anno, sono stati scritti da accademici della Microsoft Research Asia di Pechino e ricercatori affiliati alla National University of Defence Technology cinese, che è controllata dal principale organo militare cinese, la Commissione militare centrale.

Uno degli articoli ha descritto un nuovo metodo di intelligenza artificiale per ricreare mappe ambientali dettagliate analizzando i volti umani, che secondo gli esperti potrebbero avere chiare applicazioni per la sorveglianza e la censura.

“Il governo [cinese] sta usando queste tecnologie per costruire sistemi di sorveglianza e detenere minoranze [nello Xinjiang]”, ha aggiunto Sacks. Il governo degli Stati Uniti sta discutendo se le collaborazioni di ricerca, in particolare in aree sensibili come l’intelligenza artificiale e la realtà aumentata, debbano essere soggette a controlli più rigorosi sulle esportazioni.

Dopo che il Financial Times ha riportato il lavoro di Microsoft , il senatore Ted Cruz, repubblicano del Texas che è emerso come uno dei principali falchi cinesi, ha avvertito “dobbiamo garantire che gli interessi commerciali americani non consentano l’oppressione del [partito comunista cinese]”. “Le aziende americane devono capire che fare affari in Cina comporta rischi significativi e di approfondimento”, ha aggiunto Cruz. “Oltre ad essere presi di mira dal partito comunista cinese per lo spionaggio, le compagnie americane sono sempre più a rischio di aumentare le atrocità dei diritti umani del partito comunista cinese”.

Microsoft ha difeso la ricerca , affermando che faceva parte di uno sforzo mondiale da parte dei suoi scienziati, che erano spesso accademici, per lavorare con le loro controparti internazionali su questioni tecnologiche all’avanguardia. “La ricerca è guidata dai nostri principi, è pienamente conforme alle leggi statunitensi e locali e. . . viene pubblicato per garantire la trasparenza in modo che tutti possano beneficiare del nostro lavoro “, ha affermato la società.

Ma Adam Segal, direttore della politica dello spazio cibernetico presso il think-tank del Council on Foreign Relations, ha osservato che la rivelazione arriva in un momento in cui le autorità statunitensi, compreso l’FBI, hanno messo le partnership accademiche con Pechino “al microscopio” a causa dei timori degli studenti cinesi e gli scienziati che lavorano su “tecnologie borderline” potrebbero finire per assistere l’esercito popolare cinese di liberazione.

La scorsa settimana, il Massachusetts Institute of Technology ha interrotto i rapporti con il gruppo di telecomunicazioni Huawei e ha avviato un processo di revisione “a rischio elevato” per le sue collaborazioni cinesi. Pedro Domingos, professore di IA presso l’Università di Washington, ha affermato che il documento Microsoft sulla mappatura ambientale potrebbe fornire un aiuto cruciale alle autorità che cercano di monitorare le persone.

“La comprensione della lettura automatica potrebbe non sembrare direttamente preoccupante, ma potrebbe essere utilizzata per la censura, che è un interesse del governo cinese”, ha affermato Elsa Kania, esperta di tecnologia militare cinese e collega del think-tank Center for a New American Security .

“Vedono l’elaborazione del linguaggio naturale come un modo per abilitare la censura su vasta scala.”  Gli articoli sottolineano i legami di lunga data di Microsoft Research con il mondo accademico finanziato dalla Cina, incluso il funzionamento di numerosi “club tecnologici” per gli studenti delle università cinesi noti per avere legami militari tra cui NUDT, Beihang University e Harbin Institute of Technology.

Il dipartimento del commercio degli Stati Uniti sta cercando commenti pubblici per aiutare a identificare le tecnologie emergenti che sono essenziali per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti perché possono migliorare la raccolta di informazioni, armi di distruzione di massa, avere applicazioni terroristiche o fornire agli Stati Uniti un vantaggio qualitativo militare o di intelligence, secondo studio legale White & Case.

“[Questi documenti sono] al centro di una tempesta perfetta e si teme soprattutto perchè mentre gli Stati Uniti stanno ridisegnando le sue relazioni con la Cina “, ha affermato Sacks.  “Vi è una profonda revisione del regime delle esportazioni e la tecnologia emergente e di base, in particolare l’IA, è un settore fortemente coinvolto”, ha aggiunto. “Poiché si tratta di una ricerca accademica aperta, la domanda è: in che misura il governo cinese sta sfruttando l’apertura. . . e una lunga storia di partenariati congiunti. ”

Fonte

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.