Home geopolitica Scontro geopolico tra Orban e Soros, con George Clooney attore non protagonista

Scontro geopolico tra Orban e Soros, con George Clooney attore non protagonista

140
0
orban soros
Loading...

25 novembre 2020, il Primo Ministro ungherese Viktor Orban scrive a George Soros sul blog Project Syndicate, che censura prontamente la risposta del politico. Si parla di società aperta e società sicura, di immigrazione, di mescolanza etnica ma soprattutto delle dimenticate e sempre strumentalizzate radici cristiane dell’Europa. I popoli europei sono in pericolo: alle crisi economica, migratoria, sanitaria, si manifesta ora una crisi profonda, di altra natura.

Allo scontro si aggiunge dalla parte di Soros la star planeteria George Clooney, presa di mira dai media filo-governativi in ​​Ungheria dopo aver accusato il primo ministro Viktor Orban di diffondere “odio e rabbia”. L’attore ha detto che le azioni dei populisti di destra in tutto il mondo potrebbero contribuire a un disastro globale sulla scala di quello che caratterizza il suo nuovo film The Midnight Sky. Cosa non si farebbe per farsi pubblicità?…

Il messaggio di Viktor Orban

«Molti credono che il Primo Ministro non debba discutere con Soros, un criminale che si è arricchito rovinando milioni di persone e ricattando nazioni intere.

Così come i governi non possono trattare con i terroristi, così i primi ministri non possono discutere con i criminali economici, tuttavia ora sono costretto ad intervenire perché Soros, speculatore miliardario di origini ungheresi, ha scritto il 18 novembre su Project Syndicate un articolo in cui ha dato degli ordini ai vertici europei. Il comando è di punire duramente i Paesi che non vogliono stare sotto la bandiera della Open Society e non vogliono essere parti del nuovo impero europeo.

LA FORZA DELL’EUROPA IN OGNI FASE DELLA STORIA È DERIVATA DALLE NAZIONI, ANCHE SE NOI POPOLI EUROPEI SIAMO DIVERSI, LE RADICI COMUNI DEL NOSTRO CREDO CI HANNO SEMPRE UNITO.

Il modello familiare basato sulle tradizioni giudaico-cristiane ha costituito il fondamento della nostra società. La libertà cristiana assicurato la libertà di pensiero e culturale e questo ha innescato una sana concorrenza tra i popoli europei. Questa mescolanza di diversità eccezionale ha permesso all’Europa di diventare la potenza guida del mondo.

George Soros

Ogni tentativo di unificare sotto un impero l’Europa è andato male, così la storia ci insegna che l’Europa tornerà grande se le sue nazioni saranno di nuovo grandi, come i suoi popoli, che devono opporsi ad ogni ambizione imperialistica….

Continua a leggere tutto l’articolo originale di Inside Magazine!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.