Home Blog Page 2

Ecco 20 cibi che puliscono naturalmente le arterie e prevengono gli infarti.

0
arterie infarto

I problemi di cuore sono una delle principali cause di decesso in molti Paesi. Il maggiore fattore di rischio per ictus e infarti sono le arterie ostruite che possono appunto bloccare l’afflusso di sangue nel corpo. Stress, poco movimento e alimentazione sbagliata contribuiscono aumentarne il rischio. Ma fare dei piccoli cambiamenti alle proprie abitudini alimentari, può aiutare. Ecco una lista di cibi e bevande che facilitano la pulizia delle arterie:

Salmone

Il salmone è considerato uno dei cibi più sani per il cuore, dal momento che contiene acidi grassi che tengono basso il livello di colesterolo, quello dei trigliceridi e aiutano contro le infiammazioni. Altri pesci indicati sono: il tonno, le aringhe e lo sgombro.

Succo d’Arancia

Il succo di arancia al 100% è ricco di antiossidanti che aiutano i vasi sanguigni. Il succo d’arancia è noto anche per tenere bassa la pressione del sangue. Due bicchieri ogni giorno sono caldamente consigliati, dal momento che forniscono vitamina C e minerali che aiutano a mantenersi sani.

Caffè

Evviva! Finalmente un buon motivo per bere il caffè. Alcuni studi hanno dimostrato che bere 2-4 tazze di caffè durante la giornata riduce i rischi di infarto fino al 20%. Ma bisogna sempre tenere presente che il caffè ha anche un impatto sullo stomaco, per cui l’eccesso di caffeina continua ad essere sconsigliato.

Nocciole

Le nocciole sono note per essere ricche di grassi sani, come gli omega 3 e grassi insaturi. Questo non contribuisce solo a tenere a bada il colesterolo, ma fa bene anche alla memoria e alle articolazioni. Mandorle e noci sono particolarmente indicate. Una manciata ogni giorno può fare la differenza.

Cachi

Ricchi di fibre e  steroli, i cachi possono aiutare a tenere a freno il livello di colesterolo nel sangue. Questi frutti sono dolci e danno un gusto particolare a insalate e cereali.

Curcuma

Contiene la curcumina, che ha molte proprietà: la spezia aiuta a prevenire l’accumulo di grassi e contribuisce a lenire le infiammazioni dei tessuti. È una gustosa aggiunta in molti piatti ed è anche buona nel tè.

Tè verde

Il tè verde è conosciuto per il suo effetto energizzante e calmante. Contiene antiossidanti che tengono basso il colesterolo e aiutano il metabolismo. 1-2 tazze di questo tè ogni giorno sono l’ideale per mantenersi in salute.

Cocomero

Il frutto estivo per antonomasia non è solo rinfrescante, ma supporta i vasi sanguigni, promuovendo la produzione di ossido di azoto.

Farina integrale

La farina integrale previene i livelli alti di colesterolo, grazie all’alto contenuto di fibre. Particolarmente indicati: il riso scuro, l’avena e il pane integrale.

Formaggio

Il formaggio non ha esattamente una buona reputazione quando si parla di colesterolo, ma in quantità moderate può contribuire a tenere bassa la pressione del sangue e il livello di colesterolo.

Alghe

La lista dei nutrienti salutari nelle alghe è molto lunga: sono ricche di minerali, vitamine, proteine, antiossidanti e carotenoidi. Un consumo regolare aiuta a la pressione del sangue e apre i vasi sanguigni, favorendo così la circolazione. Si registrano diminuzioni del livello di colesterolo fino al 15% tra coloro i quali consumano alghe.

Mirtilli rossi

I mirtilli rossi sono un’ottima fonte di potassio. Berne regolarmente il succo, alzerà il livello del colesterolo buono e abbasserà quello cattivo. È stato dimostrato che consumarne fino a due bicchieri al giorno riduce i rischi di infarto fino al 40%.

Cannella

La cannella non è solo deliziosa se usata nel tè o nelle torte, aiuta anche a combattere il colesterolo. Basta un cucchiaino al giorno.

Melagrana 

La melagrana contiene composti fitochimici che promuovono la produzione di ossido di azoto. Questo frutto si combina bene nelle insalate, anche il succo è un’ottima alternativa.

Spinaci

Non servono solo per i muscoli di Braccio di Ferro, gli spinaci aiutano anche a tenere pulite le arterie e ad abbassare la pressione del sangue. Anche se l’alto contenuto di ferro è stato demistificato, contengono potassio e acido folico, che riducono i rischi di infarto e aiutano i tessuti muscolari.

Olio di oliva

Sia nella nostra tradizione che in quella greca, l’olio d’oliva è tenuto in grande considerazione, le olive pressate a freddo forniscono al corpo grassi sani e bassi livelli di colesterolo. Il rischio di infarti si riduce fino al 41%.

Broccoli

Questo vegetale contiene vitamina K e previene l’accumulo di calcio nelle arterie. Fa inoltre bene alla pressione sanguigna e per il livello di colesterolo. Può essere consumato crudo, come merenda, oppure inserito in un pasto più sostanzioso.

Avocado

Ormai è risaputo che l’avocado è un alimento alquanto salutare: i grassi contenuti favoriscono un buon equilibrio tra colesterolo buono e cattivo, essenziale per mantenere sane le arterie. È delizioso nelle insalate, oppure consumato semplicemente con una spruzzata di sale e pepe.

Asparagi

I nutrienti degli asparagi aiutano a prevenire l’occlusione delle vene e le infiammazioni. Sono un ottimo primo piatto, molto buona anche la zuppa o come contorno.

Una selezione molto varia di cibi, che può accontentare praticamente i gusti di chiunque.

 

Loading...

Rosmarino per i capelli: tre ricette facili di bellezza al naturale

0
rosmarino

Tra le tante piante officinali con proprietà cosmetiche, il rosmarino è quella maggiormente indicata come rimedio naturale per rafforzare i capelli e facilitarne la crescita, infatti l’olio essenziale in essa contenuto stimola il follicolo e la crescita del capello e ne combatte la caduta.

L’uso costante del rosmarino ha anche il pregio di rendere le chiome più scure e di nascondere i capelli bianchi.

Una lozione al rosmarino da applicare dopo lo shampoo

E’ ad esempio di facilissima preparazione la questa prima ricetta, da applicare dopo lo shampoo, vediamo come prepararla insieme:

Occorrono:

  • acqua q.b. per riempire un tegame
  • 3 manciate di aghi di rosmarino freschi o essiccati

Preparazione. Mettete a bollire un tegame con abbondante acqua e gli aghi di rosmarino. Portate a ebollizione e, dopo aver spento il fuoco, coprite e lasciate a riposo per 15 minuti.

Quando l’infuso si è raffreddato al punto giusto, filtrate per eliminare gli aghi. Si usa versando il liquido sui capelli ed eseguendo un leggero massaggio per facilitare l’assorbimento delle sostanze benefiche. Non risciacquate.

rosmarino capelli

L’olio essenziale di rosmarino può anche essere fatto in casa senza particolari difficoltà

Una lozione con rosmarino e aceto di sidro

Altra soluzione consigliata dove viene usato il rosmarino per i capelli è la lozione con rosmarino e aceto di sidro:quest’ultimo regola il ph del capello e dona lucentezza.

Per preparala occorrono:

  • 1 manciata abbondante di aghi di rosmarino
  • aceto di sidro di mele (abbastanza per coprire gli aghi di rosmarino)

Preparazione. In una bottiglia mettete il rosmarino e coprite il tutto con aceto di sidro di mele. Si chiude ermeticamente la bottiglia e si pone in un luogo fresco e buio per 2 settimane. Prima di applicare occorre diluire con acqua, quindi si riempie una tazza per 1/4 con acqua e per il resto con la lozione, si mescola e si applica sui capelli come risciacquo finale.

Con la stessa procedura, sostituendo olio di oliva oppure di olio di jojoba all’aceto, è possibile ottenere un olio per un massaggio stimolante su cute e capelli.

rosmarino capelli

Rosmarino capelli: rametti di rosmarino in infusione sono utili per colorare i primi capelli bianchi in modo naturale

Una lozione al rosmarino per coprire i capelli bianchi

Invece, per rendere le chiome più scure e coprire i primi capelli bianchi si prepara una lozione.

Occorrono:

  • 450 gr di acqua
  • 1/2 tazza di aghi di rosmarino
  • 1/2 tazza di foglie di salvia

Preparazione.

  • Mettete a bollire l’acqua, aggiungete il rosmarino e la salvia, entrambe precedentemente sminuzzate.
  • Lasciate sobbollire a fuoco lento per mezz’ora, e spegnete il fuoco.
  • Lasciate riposare per almeno 3 ore, quindi filtrate dalle foglie.  La lozione per sciacquare i capelli è pronta.

Lo sciacquo deve essere ripetuto più volte, quindi ogni volta occorre recuperare il liquido versato sui capelli utilizzando un recipiente grande per raccoglierlo.

Va ripetuto per 15 volte, al termine si attendono 10 minuti prima del risciacquo finale con acqua tiepida.

Loading...

Il timo distrugge lo streptococco della gola, il virus dell’influenza e combatte le infezioni respiratorie

0
timo

Il timo appartiene alla famiglia delle Lamiaceae ed è un piccolo arbusto che raggiunge i 40 cm di altezza, con foglie minute e lanceolate dai fiorellini di tonalità tra il rosa e il lilla. È diffuso nell’area mediterranea, balcanica e caucasica.

Non è difficile perciò trovare cuscini profumati di timo in angoli esposti al sole, su terreni ghiaiosi e vicini al mare ma può crescere bene anche in vaso, gradito ospite di terrazze e balconi. Il suo nome deriva dal greco e significa coraggio, temperanza, le proprietà che è capace di infondere in chi lo annusa. Ben conosciuto nell’antica Grecia per i suoi molteplici benefici, è associato a Zeus, padre degli dei.

Il mito racconta che questa pianta sia nata dalle lacrime di Arianna abbandonata da Teseo. Tradizionalmente è invece associato alla Madonna che ne avrebbe indossato una coroncina il giorno delle nozze conferendo rendendola curativa contro tutti i mali. La sua azione antibatterica ed espettorante è una risorsa preziosa che protegge contro i sintomi dovuti agli sbalzi di temperatura come tosse, bronchite e mal di gola.

Principi attivi

La pianta del timo è aromatica, contiene olio essenziale, flavonoidi e terpeni, timolo, carvacrolo, acidi ursolico e oleanolico, vitamine B1 e C, tannini, acido caffeico, manganese, acido rosmarinico e composti simili alle cinarine. Uno dei principi attivi più caratteristici è il timololo, un composto fenolico contenuto in tutte le parti della pianta e responsabile delle proprietà antibatteriche e dell’inconfondibile profumo.

Proprietà del timo

Il timo è un ottimo alleato dell’apparato respiratorio grazie alle sue proprietà espettoranti, antisettiche, antibatteriche e diuretiche. Aumentando la produzione di secreto bronchiale, facilitandone l’espulsione, contrasta perciò tosse, asma e bronchite. Svolge inoltre la sua azione benefica sul tratto gastrointestinale e contro le infezioni delle vie urinarie. Per la sua azione disinfettante aiuta ad eliminare i cattivi odori e svolge un’azione antimicotica se applicato sulla pelle, contrastando l’acne, ed è attivo contro la candida. Questa pianta aromatica è infine un ottimo antiossidante per il contento di flavonoidi polinsaturi.

Formulazioni e uso

Del timo si usano le sommità fiorite, sia in cucina che in erboristeria. In cucina il timo si utilizza fresco ed essiccato o in olio essenziale per aromatizzare piatti e insalate. Le foglie si possono facilmente essiccare e conservare in barattoli di vetro o sacchetti di carta. A scopo curativo, il timo si può utilizzare in infuso, decotto, tintura madre e olio essenziale. Vediamo come assumerlo:

Bronchite, tosse grassa

È utile il decotto di timo che si ottiene lasciando bollire per 15 minuti 2 cucchiai di spezia essiccata in mezzo litro di acqua. E per potenziare l’effetto disinfettane ed espettorante, aggiungi due o tre volte al dì dei fumenti lasciando in infusione 2 o 3 cucchiai di erbe in una bacinella di acqua bollente, aspirandone il vapore, sempre facendo attenzione che non sia troppo caldo.

Faringite e mal di gola

Ottima la tintura madre di timo, di cui assumere 40 gocce per tre volte al dì salvo diversa indicazione medica. Inoltre, per alleviare il dolore e stimolare la guarigione si possono fare gargarismi con il decotto, la sera prima di coricarsi.

Crampi addominali e dolori allo stomaco

Spesso la tosse porta con sé crampi e dolori per lo sforzo. In questi casi, si può preparare l’infuso di timo, adatto anche come digestivo, diuretico e per favorire le mestruazioni. Basta aggiungere un cucchiaio di foglie e fiori di timo essiccati in una tazza di acqua bollente; lasciando in infusione per 10 minuti. Filtra e bevi anche più volte al giorno, addolcendo a discrezione con miele.

Disinfettante

Per beneficiare delle proprietà antisettiche, antibiotiche e calmanti che il timo può svolgere nell’ambiente, si può usare l’olio essenziale in questo modo:

  • 3 gocce in mezzo litro d’olio d’oliva per dare un tocco invitante alle pietanze
  • 5 gocce in un bicchiere di olio di mandorle dolci per un massaggio antistress
  • 4 gocce in un secchio di acqua abbinato a 5-6 gocce di tea-tree oil come disinfettante per le superfici
  • 2 gocce per eliminare il cattivo odore dalle calzature

Controindicazioni

Il timo può provocare effetti collaterali se assunto in quantità eccessiva o in soggetti ipersensibili perché i fenoli presenti nella pianta in alta concentrazione sono tossici e corrosivi. È consigliato perciò assumere l’olio essenziale di timo diluendolo in acqua dopo aver consultato il proprio medico. I sintomi indesiderati sono vomito, astenia, nausea, difficoltà respiratorie, bradicardia e diminuzione della temperatura corporea, reazioni allergiche cutanee che terminano alla sospensione della terapia. Da evitare durante la gravidanza e l’allattamento, in caso ipotiroidismo.

fonte: www.riza.it

Loading...

5 Consigli Pratici per Ciglia più Lunghe e Voluminose

0

Lo scopo dei rimedi contenuti questo articolo è quello di avere ciglia più lunghe e voluminose in modo naturale. Puoi ottenere questi effetti anche evitando di usare un mascara volumizzante.

Le ciglia servono a proteggere gli occhi da piccole particelle che potrebbero danneggiarli: è per questo che oltre a ragioni estetiche, avere delle ciglia in buona salute vuol dire anche preservare la tua vista.

Per applicare questo rimedio, usa un mascara nuovo, che ti possa garantire una certa igiene nell’utilizzarlo. Metti sul mascara una piccola quantità di olio di mandorle (puoi sostituire con olio di ricino, olio di arachidi o olio d’oliva) e applicalo sulle tue ciglia.

Una volta applicato l’olio, lascia agire tutta la notte e risciacqua con acqua tiepida al mattino.

Come mantenere le ciglia lunghe e voluminose

  1. Applica una piccola quantità di vasellina sulla punta delle ciglia. Una volta asciutto, usa il mascara normalmente.
  2. Con 1 o 2 di mascara marrone o nero sulle punte, otterrai un effetto ottico che farà sembrare le ciglia più lunghe.
  3. Usa un mascara color caffè sulle punta delle ciglia e uno color nero sul resto di esse.
  4. Metti l’eyeliner il più vicino possibile al punto in cui emergono le ciglia.
  5. Usa un arricciaciglia e poi applica del mascara, meglio se scuro.

Ricorda sempre di rimuovere il mascara prima di andare a dormire, in quanto le ciglia potrebbero indebolirsi e perdere lucentezza

Loading...

Il frullato ricco di magnesio che elimina l’ansia in 1 settimana

0
frullato ricco di magnesio

Il magnesio è uno dei minerali più importanti per il nostro organismo. E’ un potente antidoto contro l’ansia, e la sua carenza è stata associata a decine di sintomi.

La carenza di magnesio è anche una delle più diffuse e chi ne soffre, nella maggior parte dei casi, non ne è al corrente e confonde i suoi sintomi con altre condizioni.

Il magnesio prende parte a tantissime funzioni vitali del nostro organismo. Supporta il sistema immunitario, regola i battiti cardiaci, rinforza le ossa, dà energia e regola i livelli di zuccheri nel sangue.

Ma non finisce qui: il magnesio svolge un ruolo importante per il cervello, riducendone le infiammazioni e favorendo l’azione dei neurotrasmettitori.

sintomi della carenza di magnesio possono essere vari: insonnia, irascibilità, sensibilità ai rumori, ansia, stanchezza, dolori o spasmi muscolari e fragilità muscolare.

Il frullato che ti suggeriamo di seguito è molto ricco di magnesio, e può aiutarci ad alleviare i sintomi della sua carenza.

Ingredienti del frullato ricco di magnesio

  • 150 grammi di spinaci
  • 1 banana
  • 1 cucchiaio di cacao crudo
  • 1 cucchiaino di miele biologico
  • 150 ml di latte di mandorle senza zucchero

Frulla tutti gli ingredienti tra loro e bevi al momento.

Altri alimenti ricchi di magnesio sono: ortaggi a foglia verde, semi di zucca, fagioli neri, salmone, anacardi, cereali interi, cioccolato fondente, avocado e banane.

Loading...

Fare sesso aumenta la memoria (e fa bene) dopo i 50 anni

0
sesso 50 anni

Fare sesso dopo i 50 anni aumenta la memoria, soprattutto nelle donne. Lo dimostrano numerose ricerche scientifiche che hanno messo in luce gli effetti dell’amore sul nostro cervello.

In particolare uno studio apparso qualche tempo fa sulla celebre rivista Archives of Sexual Behavior ha svelato come le donne che fanno sesso di frequente ricordano meglio le cose e presentano una memoria scattante. Gli ormoni che vengono liberati nel corso dell’attività sessuale infatti presentano moltissimi benefici che influiscono sul benessere della persona e sulla vita di coppia.

Secondo gli esperti il sesso stimola l’ippocampo, una regione del cervello deputata alla memoria episodica e spaziale, portando anche ad una crescita neuronale. Questo è solo uno dei tanti benefici garantiti dal sesso che si dimostra un’attività non solo piacevole, ma anche positiva per corpo e mente.

L’attività sessuale infatti potenzia il sistema immunitario, fa bene al cuore, proteggendo sia uomini che donne dalle malattie cardiovascolari. Aiuta a tenerci in forma, abbassando la pressione del sangue e garantendoci un’attività fisica moderata, che consente di bruciare calorie e rassodare i muscoli.

sesso 50 anni

Non solo: studi scientifici hanno dimostrato che il sesso è utile per alleviare il dolore, soprattutto quello dovuto all’emicrania e al mal di testa a grappolo. Questo perché provoca il rilascio delle endorfine, gli ormoni del benessere che fungono da antidolorifici, agendo direttamente sul cervello.

Il sesso inoltre favorisce la produzione di sostanze chimiche benefiche, come l’ossitocina e la prolattina, che migliorano il sonno e aiutano a contrastare l’insonnia, garantendoci un lungo riposo. Inoltre elimina lo stress, l’ansia e le tensioni accumulate, potenzia le capacità mentali e accresce l’autostima.

Studi scientifici hanno dimostrato che l’attività sessuale, soprattutto in età avanzata, è un ottimo rimedio per allungare la vita e proteggere sia l’uomo che la donna dall’insorgenza di malattie anche gravi. Un motivo in più per concedersi qualche coccola con il partner, anche a 50 anni.

Loading...

Come depurare il fegato grasso con l’acqua di uva passa

0

Il fegato è uno degli organi più importanti del nostro corpo: il suo ruolo è quello di sintetizzare le proteine e pulire il nostro sangue, eliminando le tossine presenti in esso. E’ l’unico organo che può recuperarsi del tutto dopo essere stato tagliato.

Le malattie più gravi che possono attaccare il nostro fegato sono cirrosi epatica, epatiti A, B e C e l’epatite tossica. Anche il fegato grasso è una condizione molto pericolosa.

In questo articolo spiegheremo come pulire il tuo fegato in soli due giorni con un infuso di uva passa.

Preparare l’infuso di uva passa per pulire il fegato
Scegliere della buona (e biologica) uva passa. In una pentola versiamo due bicchieri d’acqua nella quale sciacqueremo per qualche secondo un bicchiere di uva passa (circa 150 grammi). Una volta rimossa l’uva passa, si può buttare l’acqua.

Nella stessa pentola facciamo bollire l’uva passa per circa 2 minuti in 2 bicchieri d’acqua, e poi riposare per circa 24 ore. Consumare una tazza di questo infuso al mattino, a stomaco vuoto, meglio se tiepido o caldo.

Consumando questo infuso di uva passa per due giorni consecutivi possiamo pulire il nostro fegato. Raccomandiamo di consumarlo per circa una settimana per ottimizzare il risultati, e di accompagnare questo rimedio con una dieta sana, cercando di eliminare dalla nostra dieta alimenti grassi e alcool.

Loading...

Fiaccolata di solidarietà a Bologna per tutti i bambini strappati ingiustamente alle proprie famiglie

0
FIACCOLATA BIBBIANO BOLOGNA

STASERA, Sabato 7 settembre a Bologna si terrà una fiaccolata di solidarietà per tutti i bambini strappati ingiustamente alle proprie famiglie. Ritrovo alle ore 19.30 in piazza XX Settembre.

Alle ore 20.00 circa, partenza del corteo con percorso sulla via Dell’Indipendenza e arrivo in Piazza Nettuno dove si terrà il presidio con i vari interventi.

Da Piazza Nettuno, una piccola delegazione si dirigerà verso il Tribunale dei Minori di Bologna percorrendo la via Ugo Bassi e di seguito la via Del Pratello, per depositare davanti al relativo portone d’ingresso, le scarpette o gli abitini bianchi.

Consigliabile munirsi di candela o fiaccola e indossare una maglietta o cappello bianchi. Ben accetti anche palloncini bianchi.

Manifestazione NON POLITICA, NO SIMBOLI, LOGHI O BANDIERE ma solo (per chi desidera) un cartello in cui esporre un proprio pensiero, senza linguaggi volgari o frasi diffamatorie o partitiche.

Possibilità di porre come gesto simbolico, scarpette bianche o abitini, anche davanti all’ingresso del Comune di Bologna, che si trova proprio a fianco della posizione in cui avverrà il presidio.

Info: https://www.facebook.com/events/2152770371689354/?ti=cl
In collaborazione con: Associazioni Ader Salute e Libertà, Renovatio21, Cittadini e Famiglie

Loading...

Gli usi della cannella che ti lasceranno a bocca aperta

0
cannella usi

Usatissima in cucina, ma anche ingrediente fondamentale della medicina tradizionale di molte culture asiatiche, la cannella è una spezia ricca di qualità, con proprietà antibatteriche e anti-fungine potentissime che aiutano a prevenire e trattare numerose condizioni di salute.

Ecco 8 usi sorprendenti della cannella

Influenza

La cannella attacca i batteri presenti nello stomaco, prevenendo l’influenza e il problemi digestivi. A tal proposito, si consiglia di bere una tisana alla cannella al giorno, facendo bollire un rametto della spezia in 500 ml d’acqua per qualche minuto.

Neutralizza gli odori

La cannella ha un aroma delicato e gradevole, e può eliminare i cattivi odori. Per preparare un efficace deodorante per ambienti a base di cannella, porta ad ebollizione 3 rametti della spezia per circa 30 minuti.

Accelera il metabolismo

La cannella regola gli zuccheri e rallenta lo svuotamento dello stomaco, accelerando il metabolismo e quindi aumentando i livelli di energia e le calorie bruciate. Aggiungila alla tua dieta.

Alito cattivo

Le proprietà antibatteriche della cannella sono eccellenti per trattare le gengive infiammate e uccidere i batteri che causano l’alito cattivo. Mescola due gocce di olio essenziale di cannella con un cucchiaio di olio di cocco e fai dei gargarismi.

Diabete

La cannella aiuta ad abbassare gli zuccheri nel sangue e aumenta l’azione dell’insulina. Chi soffre di diabete dovrebbe includerla nella propria dieta quotidiana.

Repellente per insetti

Quasi tutti gli insetti odiano l’aroma della cannella. Versa qualche goccia di olio essenziale negli angoli della casa dove è frequente la comparsa dei piccoli animaletti.

Depressione

E’ stato dimostrato scientificamente che l’aroma della cannella, spesso associata al Natale e all’autunno, migliora l’umore in pochi minuti.

Funghi delle unghie

La cannella ha proprietà antibatteriche e anti-fungine potentissime. Usa l’olio essenziale di cannella, applicato direttamente sui funghi delle unghie, per curarli in pochi giorni.

Loading...

Liberarsi del dolore cervicale al collo: basta un trucco con l’asciugamani

0
cervicale trucco asciugamani

I dolori al collo possono rovinarci la giornata. Possono essere causati da movimenti bruschi del capo, posizioni poco corrette durante il sonno, ma anche da malattie o strappi muscolari. In genere, il dolore è presente per qualche giorno, ma sarebbe sempre bene liberarsene quanto prima.

Ecco un rimedio semplice al problema.

Ci sono molto modi per affrontare i fastidi al collo: massaggi, bagni caldi, trattamenti locali che rilassino i muscoli… Ma, grazie all’esercizio che vi proponiamo oggi, potrete persino prevenire i dolori. E serve solo un asciugamani.

Potrete servirvi del telo da bagno per muovere il collo a destra e sinistra, avanti e indietro, senza percepire tensione. Questo metodo offre diversi esercizi da provare.

Iniziate mettendovi seduti su una sedia, rilassati tenendo la schiena dritta. Stendete quindi l’asciugamani sui muscoli del collo, in modo che copra l’area che va dalle orecchie e fino a tutta la spalla. Tenete i lembi del telo a livello degli occhi e muovetelo delicatamente da destra verso sinistra. Fate in modo che anche la testa segua lo stesso giro.

Youtube/ physicaltherapyvideo

Assicuratevi che il corpo rimanga fermo dal collo in giù. E, nel caso il movimento crei dolore, interrompete l’esercizio immediatamente.

Se avvertite dolore solo a destra, per esempio, potete tenere entrambi i lati del telo con la mano sinistra davanti al viso e lasciare a riposo il braccio destro.

Un altro esercizio prevede che si incrocino le braccia prima di tenere i lembi del telo. In questo modo terrete il lembo sinistro con la mano destra e quello destro con la sinistra. Sempre ad altezza occhi.

Youtube/ physicaltherapyvideo

Per l’esercizio successivo, tenete le estremità dell’asciugamani così come indicato nell’esercizio numero uno e reclinate la testa all’indietro delicatamente. Dopo aver ripetuto l’operazione qualche volta, potete portare il telo più in basso.

Youtube/ physicaltherapyvideo

Nel passaggio successivo, potete mettere l’asciugamano in modo che crei un rotolo intorno al collo. In questo modo farete lavorare anche le spalle.

Il video riportato di seguito, illustra gli esercizi con maggiori dettagli:

Chi avrebbe mai immaginato che un asciugamani potesse essere così utile? Fate solo attenzione a non eseguire gli esercizi nel caso avvertiate dolore. Potreste infatti peggiorare la situazione. Inoltre, per i dolori cronici dovreste consultare uno specialista.

Loading...