Home Blog Page 3

La Germania sospende la vaccinazione COVID-19: dubbi sulla catena del freddo in alcune città

0
vaccino anti covid 19

FRANCOFORTE – La campagna tedesca di vaccinazione contro il coronavirus ha subito ritardi in diverse città dopo che i rilevatori di temperatura hanno mostrato che circa 1.000 stock prodotti da BioNTech e Pfizer potrebbero non essere stati mantenuti con freddi durante il transito.

“Durante la lettura dei registratori di temperatura racchiusi nelle celle frigorifere, sono dubbi sulla conformità con i requisiti della catena del freddo”, ha parlato in una nota il distretto di Lichtenfels, nel più grande stato della Germania, la Baviera.

Il personale medico ha scoperto che la temperatura in una cella frigorifera per il trasporto di vaccini era salita a 15 gradi Celsius, ha detto un portavoce di Lichtenfels, al di sopra del massimo di 8 ° C stabilito dai produttori.

BioNTech non era immediatamente disponibile per un commento. Pfizer ha indirizzato Reuters al suo partner tedesco per un commento sulla questione.

Il vaccino, che utilizza la nuova cosiddetta tecnologia mRNA, deve essere conservato a una temperatura ultra bassa di circa -70 gradi Celsius (-112 ° F) prima di essere spedito ai centri di distribuzione in scatole refrigerate appositamente progettate riempite di ghiaccio secco.

Una volta uscito dalla conservazione una temperatura ultra bassa, il vaccino deve essere mantenuto una temperatura compresa tra 2 ° C e 8 ° C per rimanere efficace fino a cinque giorni. I frigoriferi portatili da Pfizer sono dotati di localizzatori GPS in modo che le aziende possano affrontare problemi di archiviazione lungo il percorso.

fonte: financialpost.com

C’è un farmaco più efficace del vaccino: in Uk solo applausi, in Italia invece si fa muro

0
covid farmaco

Sorpresa in Inghilterra: un gruppo di scienziati ha terminato uno studio che certifica come un farmaco basato proprio su quegli anticorpi monoclonali usati in tutto il mondo (anche nel caso di Donald Trump), ma su cui l’Italia fa inspiegabilmente resistenza, darebbe l’immunità rispetto al virus per almeno sei mesi e potrebbe essere una alternativa al vaccino efficace e meno costosa di quelli di Pfizer e Moderna.

Prendendolo quindi si evita il contagio da coronavirus in tutte le sue varianti. A rivelare la scoperta in via di pubblicazione sulle riviste scientifiche più prestigiose è The Guardian nella sua edizione on line.

covid-19 farmaci

«Se riuscissimo a dimostrare che questo trattamento funziona e può evitare che le persone esposte al virus arrivino a sviluppare il Covid-19, si aggiungerebbe un ulteriore elemento all’arsenale di armi che viene sviluppato per combattere questo terribile virus», sostiene la professoressa Catherine Houlihan, virologa presso l’University College London Hospitals che ha guidato lo studi.

www.iltempo.it

Israele bombarda la Siria nella notte di Natale

0
israele bombarda syria

I media statali siriani hanno affermato che stamattina presto Israele ha effettuato attacchi aerei nella provincia centrale di Hama.

L’agenzia di stampa ufficiale siriana SANA ha detto che l’attacco è avvenuto vicino alla città di Masyaf e che i missili sono stati lanciati dal territorio libanese.

L’Osservatorio siriano per i diritti umani, un’organizzazione di opposizione filo-siriana, ha affermato che gli attacchi hanno colpito posizioni delle milizie sostenute dall’Iran e ucciso almeno sei paramilitari stranieri. 

Ha detto che gli attacchi hanno preso di mira i depositi di armi e le strutture per la produzione di missili a corto raggio dei gruppi sostenuti dall’Iran.

L’Associated Press ha detto che i jet israeliani hanno volato molto basso su parti del Libano prima degli attacchi, compreso Beirut, spaventando alcuni dei residenti della città.

Il ministero della Difesa siriano ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che Israele “ha lanciato un’aggressione dirigendo una raffica di razzi” dal nord della città libanese di Tripoli verso l’area di Masyaf.

Ha detto che le difese aeree siriane “hanno affrontato i missili nemici e ne hanno intercettati la maggior parte”. Da sottolineare che gli analisti di guerra siriani generalmente respingono le regolari affermazioni dei militari sulle intercettazioni come false e vuote.

La TV di stato siriana ha mandato in onda filmati che pretendono di mostrare le difese aeree in risposta all’attacco israeliano.

Non ci sono stati commenti da parte delle Forze di Difesa Israeliane, che generalmente mantengono una politica di ambiguità riguardo alle sue attività contro l’Iran e i suoi delegati in Siria, rifiutandosi di riconoscere pubblicamente le sue azioni.

Masyaf è un’area militare significativa per il regime del presidente siriano Bashar Assad che comprende un’accademia militare e un centro di ricerca scientifica. L’area generale intorno a Masyaf, che si ritiene abbia anche una forte presenza iraniana, secondo quanto riferito è stata presa di mira da Israele molte volte in passato.

Gli ultimi attacchi israeliani segnalati in Siria hanno avuto luogo un mese fa nella parte meridionale del paese, vicino al confine israeliano con la Siria sulle alture del Golan, e secondo quanto riferito hanno preso di mira siti associati all’Iran e ai suoi delegati.

Gli eventi avversi del vaccino antinfluenzale aumentano a nuovi massimi nel Taiwan

0
taiwan vaccino antiflu

Taipei, 20 dicembre. Il numero di persone segnalate con reazioni avverse dopo aver ricevuto iniezioni di vaccino antinfluenzale ammontava a 485 al 9 dicembre, il numero più alto mai registrato per una stagione di vaccinazioni antinfluenzali a Taiwan, ma non abbastanza per le autorità sanitarie per vedere problemi di sicurezza.

Dal lancio del programma di vaccinazione antinfluenzale annuale del governo il 5 ottobre al 9 dicembre, sono stati somministrati 5,83 milioni di vaccini antinfluenzali e 485 persone hanno avuto reazioni avverse dopo aver assunto l’iniezione, o 8,3 ogni 100.000 destinatari, secondo gli ultimi dati sugli eventi avversi reazioni ai vaccini rilasciate dalla Food and Drug Administration (FDA) di Taiwan.

Questo è stato di gran lunga superiore ai 115 eventi avversi del vaccino antinfluenzale segnalati lo scorso anno, come le cifre hanno mostrato.

Dei 485 casi, 138 sono stati classificati come eventi avversi gravi, rispetto ai soli 22 casi di un anno fa.

Un totale di 16 persone sono morte dopo aver sviluppato sintomi gravi a seguito di una vaccinazione antinfluenzale durante lo stesso periodo rispetto a nessuno dell’anno precedente, secondo i dati, ma la FDA non ha ritenuto che i numeri giustificassero preoccupazione.

Dopo aver analizzato le informazioni relative ai vaccini antinfluenzali utilizzati nel programma di vaccinazione antinfluenzale 2020-2021, inclusi marchi di vaccini, numeri di lotto e sintomi di eventi avversi, la FDA ha affermato di non aver visto alcun segno di problemi di sicurezza, ma continuerà a supervisionare il situazione.

LEGGI ANCHE:

Vaccinazione anti Covid, Cisl Medici Lazio: «No ai decreti commissariali che impongono l’obbligatorietà ai sanitari»

Report svela i segreti che ci sono dietro il Vaccino Anticovid

10 motivi per cui il vaccino antinfluenzale è peggiore dell’influenza stessa

Reazioni avverse gravi al vaccino antinfluenzale

Tra i 138 eventi avversi gravi:

  • tre casi sospetti di miocardite acuta
  • sette di anafilassi (una grave reazione allergica)
  • uno di sindrome di Stevens-Johnson
  • 11 di paralisi facciale
  • cinque di sindrome di Guillain-Barre
  • nove di epilessia e convulsione

Ci sono stati anche casi di convulsioni febbrili, meningite spinale, encefalite e rabdomiolisi, una condizione in cui il muscolo scheletrico danneggiato si rompe rapidamente.

Il pediatra praticante Chan Chien-chun (詹 前 俊) ha detto domenica al CNA di aver scoperto che quest’anno ci sono più pazienti che in passato che si chiedevano se il vaccino fosse responsabile quando si cercava un trattamento per febbri, mal di testa o dolori muscolari generali dopo aver ricevuto un vaccino antinfluenzale.

La maggior parte dei casi non ha nulla a che fare con le vaccinazioni antinfluenzali, ha detto Chan, attribuendo il panico tra i destinatari del vaccino antinfluenzale alle segnalazioni di oltre 70 persone in Corea del Sud che sono morte dopo aver preso un vaccino antinfluenzale questo inverno.

(Di Chang Ming-hsuan ed Elizabeth Hsu)

Enditem / ls

Meteo Natale 2020: irruzione polare e neve a bassa quota. Poi (tanto) freddo

0
luna della neve

Meteo previsioni Natale, vigilia, e Santo Stefano: anticiclone natalizio con pioggia, freddo e neve

Neve e freddo: le previsioni meteo raccontano che il Polo Nord fa un ‘blitz’ sull’Italia e dobbiamo aspettarci nevicate anche a bassa quota e gelo da Natale a Capodanno. Ma vediamo di capire cosa accadrà nei prossimi giorni.

Il tempo cambierà radicalmente dal giorno di Natale e fino a Capodanno. Proprio da venerdì 25 un’irruzione di aria artica invaderà l’Italia generando un vortice ciclonico che darà vita a un’intensa fase di maltempo che colpirà principalmente il Centro-Sud.

Successivamente l’aria fredda dilagherà su gran parte d’Italia facendo crollare le temperature anche di 10-15°C rispetto a questi giorni. Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che fino a giovedì (vigilia di Natale) le giornate saranno caratterizzate dalla presenza dell’anticiclone natalizio che non porterà il sole ovunque, infatti al Nord il cielo sarà spesso coperto e il clima uggioso con locali, ma diffuse nebbie in Pianura Padana.

Meteo Natale, irruzione polare e neve a bassa quota. Poi (tanto) freddo

Si potranno verificare anche dei piovaschi sparsi, soprattutto nel giorno della Vigilia. Da Natale, come detto, le cose muteranno. Sin dalle prime ore del giorno cominceranno a soffiare venti freddi di Bora e poi di Grecale. Il tempo peggiorerà velocemente su Veneto ed Emilia Romagna e marcatamente su tutto il Centro, soprattutto su Marche e Abruzzo. Piogge battenti accompagnate dal vento freddo colpiranno Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise e poi anche la Campania.

Complice il calo delle temperature la neve tornerà a cadere a quote via via più basse e fino in collina su Toscana, Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo o a quote addirittura prossime alla pianura. Santo Stefano sarà una giornata molto fredda su tutta Italia con il maltempo che si concentrerà al Sud. Ma non è finita. Dopo una domenica 27 gelida su molte regioni, da lunedì 28 una perturbazione atlantica potrebbe far nevicare in pianura al Nord.

NEL DETTAGLIO

Lunedì 21. Al nord: locali nebbie e cielo coperto. Al centro: molti spazi soleggiati. Al sud: piogge su Sicilia ionica, più sole altrove.

Martedì 22. Al nord: cielo coperto con locali nebbie. Al centro: piovaschi in Toscana, più sole altrove. Al sud: localmente molto nuvoloso.

Mercoledì 23. Al nord: cielo coperto con locali nebbie, piogge sullo spezzino. Al centro: piogge sull’alta Toscana, coperto sul Lazio e sull’Umbria, più sole altrove. Al sud: piovaschi in Campania, più soleggiato altrove.

Vigilia con piogge sparse al Nord, Natale con intenso peggioramento al Centro e poi al Sud.

Robert Kennedy jr pubblica la lettera “Italia venduta a Big Pharma”

0
kennedy

Riceviamo e pubblichiamo dal Movimento 3V il seguente documento.

Il Movimento 3V esprime di cuore la propria gratitudine alla Dott.ssa Antonietta Gatti e al Dr. Robert F. Kennedy jr: alla Dott.ssa Gatti, Fisico e Bioingegnere, Ricercatrice e Docente Universitaria,
recentemente intervistata alla Manifestazione M3V “Salviamo la Costituzione”, per aver redatto una lettera-appello in nostro favore, descrivendo la drammatica situazione italiana e individuando il Movimento 3V come “unica possibilità di far sentire una voce diversa da quella del regime”;
al Dr. Robert F. Kennedy jr., avvocato e ambientalista di fama mondiale, noto per le battaglie a tutela del diritto alla salute dei bambini, per l’importante presa di coscienza dimostrata nell’aver pubblicato tale appello.
Confidiamo che questo costituisca il primo passo concreto del lavoro in atto fin dalla fondazione di M3V per dare un respiro sempre più internazionale alla lotta di coloro che, in tutto il mondo, difendono i propri diritti fondamentali, primi tra tutti quelli alla salute e alla libertà di scelta terapeutica.

Pubblichiamo il testo originale pubblicato dal dr. Kennedy sul sito Children’s Health Defense e, subito dopo, la traduzione:
Italy: Sold to Big Pharma
A letter to Robert F. Kennedy, Jr. by Dr. Antonietta M. Gatti
Dear Robert,
I don’t know if you are completely aware of the Italian situation. Summarizing everything in a few words, Italy was sold to Big Pharma and has become a huge laboratory where experiments are carried out on the population: adults, children, old, healthy, sick people …
it makes no difference, we are all guinea pigs. Now the business, and not just an economic one, is to force 60 million Italians to get vaccinated against COVID, so much so that tens of millions of doses of a product have already been purchased, a product that, in fact, is unknown both in terms of effectiveness and, above all, in terms of side effects. In the meantime, while waiting to receive the goods, a law is being passed according to which
everyone, including children, must be vaccinated against the flu (why?), and this in addition to the 10 vaccines that are already mandatory.

As if that were not enough, many personal freedoms, although guaranteed by the Constitution, have been brutally canceled.
As you know, for years we have been analyzing vaccines, finding them always dangerously polluted and we are contacted daily by families of children damaged by vaccines.
Now, in our parliament there is no longer any difference between majority and opposition and, if the situation remains that of today, we will have no escape.
For some months, a group of highly educated people has formed a political party called MOVIMENTO 3 V (Movement We Want the Truth about Vaccines). Neither Stefano nor I are members of the party but we have been asked to help them from a scientific point of view, and this is what we are doing.


We would all be very grateful if you could inform your people of what is happening in Italy and if you could write an appeal to encourage the Italians to support the party which, at the present time, is the only possibility of making a voice heard that is different from that of the
regime.


Thank you very much and best regards,
Antonietta
International Fellow USBE
Visiting Professor to Int. Clean Water Institute (Washington, USA),
President of Health, Law and Science Association
Past-Consultant to the Governmental Commission on the depleted Uranium (XVI legislatura)
P.S. During the lockdown we had no “sudden infant death Syndromes”. After the lockdown, baby vaccination started again and we had a dead baby in Turin and another child in two twins died and the girl survived but she is an emergency therapy.
© [28/06/2020] Children’s Health Defense, Inc. This work is reproduced and distributed with the permission of Children’s Health Defense, Inc. Want to learn more from Children’s Health Defense? Sign up for free news and updates from Robert F. Kennedy, Jr. and the Children’s Health Defense. Your donation will help to support us in our efforts.

TRADUZIONE:
Italia venduta a Big Pharma
Una lettera a Robert F. Kennedy, Jr. della dott.ssa Antonietta M. Gatti
Caro Robert,

Non so se sei completamente consapevole della situazione italiana. Riassumendo tutto in poche parole, l’Italia è stata venduta a Big Pharma ed è diventata un enorme laboratorio in cui vengono condotti esperimenti sulla popolazione: adulti, bambini, anziani, persone sane, malate … non fa differenza, siamo tutti cavie. Ora il business, e non solo economico, è
quello di costringere 60 milioni di italiani a vaccinarsi contro COVID, al punto che sono già state acquistate decine di milioni di dosi di prodotto, un prodotto che, in effetti, è sconosciuto sia in termini di efficacia e, soprattutto, in termini di effetti collaterali. Nel frattempo, in attesa di riceverli, viene approvata una legge in base alla quale tutti, compresi
i bambini, devono essere vaccinati contro l’influenza (perché?), e questo in aggiunta ai 10 vaccini che sono già obbligatori.
Come se ciò non bastasse, molte libertà personali, sebbene garantite dalla Costituzione, sono state brutalmente cancellate.
Come sapete, da anni analizziamo i vaccini, trovandoli sempre pericolosamente inquinati e veniamo contattati quotidianamente da famiglie di bambini danneggiati dai vaccini.

Ora, nel nostro parlamento non c’è più alcuna differenza tra maggioranza e opposizione e, se la situazione rimane quella di oggi, non avremo scampo.
Da alcuni mesi, un gruppo di persone altamente istruite ha formato un partito politico chiamato MOVIMENTO 3V (Movimento Vogliamo la Verità riguardo ai Vaccini). Né Stefano né io siamo membri del partito, ma ci è stato chiesto di aiutarli da un punto di vista scientifico, e questo è ciò che stiamo facendo.


Saremmo tutti molto grati se potessi informare la tua gente di ciò che sta accadendo in Italia e se potessi scrivere un appello per incoraggiare gli italiani a sostenere questo partito che, al momento, è l’unica possibilità di far sentire una voce diversa da quella del regime.
Grazie mille e cordiali saluti,
Antonietta
Dr. Antonietta M. Gatti
Membro internazionale USBE
Visiting professor al Clean Water Institute (Washington, Stati Uniti)
Presidente della Health, Law and Science Association
Consulente della Commissione governativa sull’uranio impoverito (XVI legislatura)
PS Durante il blocco non abbiamo avuto “Sindromi improvvise di morte infantile”. Dopo il blocco, le vaccinazioni pediatriche sono ricominciate e abbiamo avuto un bambino morto a Torino e un altro, di due gemelli, è morto, mentre la femmina è sopravvissuta ma è in terapia d’emergenza.

Lara Comi, truffa da 525 mila € all’Ue. Lei nullatenente e pagano i collaboratori

0
lara comi truffa UE

Maxi sequestro di beni ordinato nei confronti dell’ex europarlamentare Lara Comi, dovrà restituire una somma pari a 525 mila euro. Ma l’ex Forza Italia, – si legge sul Corriere della Sera – accusata di truffa all’Europarlamento, è risultata non possedere case o auto o altri beni aggredibili da un sequestro, che sui suoi ex collaboratori si stringono le ganasce dei pm per la truffa di cui lei si sarebbe invece maggiormente giovata.

Truffa che si basa, secondo le accuse, sul raggiro con la quale la 36enne ex europarlamentare di Forza Italia (due mandati dal 2009 al 2019, vicepresidente del gruppo del Ppe-Partito Popolare Europeo) avrebbe a lungo indotto in errore il Parlamento Europeo.

Lara Comi, truffa da 525 mila € all’Ue. Lei nullatenente, pagano i collaboratori

Il raggiro ci sarebbe stato – prosegue il Corriere – sui contratti e la reale attività di due “assistenti locali”, in modo da lucrarne contributi di Strasburgo per almeno 525.000 euro. Ma siccome alla Comi non è stato trovato altro che 40.000 euro, e siccome giuridicamente questo tipo di sequestro è «in solido» con gli altri coindagati che hanno reso possibile la truffa, è appunto sui due assistenti e tre collaboratori di Comi che ieri è pesato l’onere maggiore.

Covid, negli Usa grave reazione allergica al vaccino Pfizer

0
vaccino anti covid 19

Un’operatrice sanitaria di un ospedale in Alaska è stata ricoverata in terapia intensiva per gli effetti collaterali alcuni minuti dopo l’iniezione.

Dagli Stati Uniti arriva la segnalazione di un caso grave di reazione allergica al vaccino Pfizer-Biontech. Secondo quanto riportato dal “New York Times”, un’operatrice sanitaria del Barlett Regional Hospital di Juneau, in Alaska, ha avvertito forti effetti collaterali qualche minuto dopo aver ricevuto la dose contro il Covid-19 nell’ospedale dove lavora.

In seguito alla reazione allergica, la donna di mezza età è stata ricoverata in terapia intensiva, ma dall’ospedale fanno sapere che si trova ora in condizioni stabili e che verrà dimessa nelle prossime ore. Le fonti sanitarie riferiscono che “si sente bene e resta entusiasta del vaccino”.

La donna è stata una delle prime ad aver ricevuto la prima dose del vaccino di Pfizer e Biontech di fronte alle telecamere, nell’ambito della campagna governativa americana per promuovere la “fiducia nei vaccini.

La paziente non aveva alcun precedente di allergie, ma dopo 10 minuti dalla somministrazione del vaccino ha sviluppato rush cutanei, tachicardia e una crisi respiratoria. Per calmare i sintomi ha ricevuto dell’epinefrina, ma senza successo, costringendo così i medici curanti a fare anche uso di steroidi. L’ulteriore aggravamento delle sue condizioni di salute ha però portato i dottori a decidere per il ricovero in terapia intensiva.

Vaccino covid pfizer

LEGGI ANCHE: Vaccino Covid: Report svela i segreti e il business che sta dietro la sua distribuzione

DCPM Incostituzionale: “Così portiamo Conte in procura”

0
premier conte

Stefano Angei, giovane varesino laurendo in giurisprudenza, ha scritto con alcuni amici un esposto contro il premier Giuseppe Conte che depositerà oggi in Procura a Varese: negli ultimi provvedimenti sarebbero ravvisabili, a suo dire, profili di incostituzionalità e illiceità

Un esposto in procura contro il premier Giuseppe Conte. L’iniziativa parte da Varese, dove Stefano Angei, laureando in giurisprudenza all’Università degli studi dell’Insubria, depositerà oggi un esposto in procura: nel mirino ci sono due recenti provvedimenti, il decreto legge del 2 dicembre e il dpcm del 4 dicembre, che sarebbero caratterizzati, a suo dire, da profili di incostituzionalità e non solo.

Un altro esposto sarà depositato anche presso la procura di Busto Arsizio (Varese) da Simone Mansori di Sesto Calende, laureatosi a marzo nel medesimo ateneo dell’amico Angei e praticante avvocato.

La volontà di depositare l’esposto è nata dal confronto tra amici. “Anche se non comprendiamo a fondo le norme – afferma Angei – dobbiamo rispettarle. Ma ci siamo chiesti: c’è un limite? Quando un diritto può comprimerne altri? Abbiamo deciso di fare qualcosa, di cambiare le cose, altrimenti è un solo lamentarsi. E allora – aggiunge lo studente, primo a dare l’impulso – abbiamo pensato all’esposto. In due settimane, a otto mani, l’abbiamo scritto”.

Angei tiene a precisare due aspetti: primo, nessuno nega la situazione di emergenza e la gravità della pandemia (peraltro la provincia di Varese è proprio un delle più colpite nella seconda ondata di Covid-19); secondo, non si tratta di un’iniziativa di carattere politico (lo studente è anche militante della Lega).

Nel testo dello scritto gli autori indicano i diritti che, a loro parere, sono stati compromessi e le eventuali fattispecie penali ravvisabili, l’abuso d’ufficio e l’attentato contro la Costituzione dello Stato. E non tralasciano nemmeno il modo in cui i provvedimenti sono stati scritti: “norme fuligginose, per confondere …” si legge nell’esposto.

Un esempio concreto di ciò che non va riguarda le limitazioni alla circolazione a Natale e durante gli altri giorni di festa. “La provincia di Varese – dichiara Angei – ha un’estensione di 1198 km quadrati, che è di poco inferiore a quella del comune di Roma, che ha una superficie di 1285 km quadrati. Il mio diritto alla libera circolazione allora non è uguale a quello di un cittadino romano”.

Ecco quanto il tuo traffico smartphone pesa a livello di emissioni

0
smart working

Ti sei mai chiesto l’effetto sull’ambiente del tuo smartphone? Sapevi che il volume di utilizzo del tuo telefono ogni giorno determina quanto inquini? Ebbene è giusto che tu sappia che tutte le volte che che lo utilizzi stai emettendo Co2 nell’aria.

Da oggi puoi calcolare in meno di 10 secondi quanta Co2 generi con questo semplice e rapido test basato all’uso del tuo traffico dati. È semplice ed utile, e ti permette di visualizzare chiaramente la quantità di anidride carbonica che rilasci nell’atmosfera in un anno. 

E…alla fine del test, potrai vedere quanti alberi dovresti piantare per compensare queste emissioni!

Al giorno d’oggi la preservazione dell’ambiente e le dinamiche legate  all’ambientalismo sono valori importanti e da tramandare, per assicurare alle generazioni future un mondo pulito.

Tutti conosciamo e ci adoperiamo in una serie di ecoabitudini che impattano la nostra impronta ecologica (dall’inglese carbon footprint), ovvero il nostro consumo delle risorse naturali della Terra. Abitudini come la raccolta differenziata, il risparmio d’acqua, l’uso di energia o l’attenzione alle bollette e ai prezzi, sono aspetti chiave a cui prestare attenzione e che sono per tutti all’ordine del giorno perchè spesso citati dai media.

L’energia e il digitale

Un aspetto che invece viene raramente tenuto in considerazione è quanto l’uso dello smartphone impatti sui nostri consumi e sulla nostra impronta ecologica.

Secondo il rapporto dell’AGCOM, il consumo di traffico dati è cresciuto tra il 2016 e il 2020 ad una media del 52,7 % con un consumo medio per utente pari a circa 9,4 GB al mese ed una crescita del 441 % dal 1,69 GB del giugno 2016. Questi valori, con il prossimo arrivo del 5G, si stima, triplicheranno negli anni venturi.

Al netto dei benefici effetti della digitalizzazione, Internet ha prodotto nel 2018 circa il 4 % delle emissioni globali di CO2 e si stima arriverà al 14 % in meno di vent’anni. I consumi e le emissioni dell’industria digitale sono in costante crescita (con valori che triplicano dagli inizi degli anni 2000), ed ora sappiamo che anche l’uso massiccio di smartphones influisce enormemente sulle emissioni. E questo è un fattore in costante crescita.

Anche se al giorno d’oggi il traffico di dati mobili rappresenta una parte minore delle emissioni mondiali di Co2, i dati dimostrano che ben presto diventerà un fattore incontrollabile data la repentina ed esponenziale crescita. Molte app consumano un gran numero di dati e sono soprattutto le app di streaming le principali indiziate. Nel concreto, i flussi video rappresentano circa l’1 % delle emissioni mondiali di Co2.

Il traffico dati e le emissioni di Co2

Stando ai dati, gli italiani consumano una media di 9,1 GB al mese nel 2020 per un consumo energetico pari a 68,25 KWh d’energia. Da qui il calcolo diviene abbastanza semplice, per ogni GB consumato in 4G, si utilizzano 7,5 KWh d’energia e poiché in Italia ogni KWh d’energia prodotta rappresenta in media 0,36 kg di emissioni di Co2 (fonte), ogni GB di dati mobili consumati equivale ad un’emissione di 2,325 kg di CO2.

Quanto influisce il vostro smartphone?

Torniamo al nostro utilizzo ed andiamo ancor più nel concreto: quanto inquina ognuno di noi con il proprio telefono? La risposta naturalmente dipende in larga misura dall’utilizzo e dai relativi parametri. 

Per questa ragione abbiamo creato questo test (qui di seguito), grazie al quale potrete facilmente stimare in pochi secondi il vostro consumo medio annuo di dati mobili e le relative emissioni di CO2.

Una piccola chicca: potrete anche vedere quanti alberi dovrete piantare ogni anno per compensare alle vostre emissioni.

Test: https://www.csttaranto.it/calcola-la-tua-impronta-ecologica/