Home politica Perde 2 milioni con la banca del crac e si barrica nella...

Perde 2 milioni con la banca del crac e si barrica nella filiale minacciando il suicidio. Il dramma del piccolo azionista

4693
0

Sul posto sono intervenuti i carabinieri che ora indagano sul caso. L’uomo attualmente è ancora dentro i locali della banca

Dopo aver parlato con il direttore della filiale di Veneto Banca di Montebelluna, in piazza Dall’Armi, ed aver avuo con lui un violento alterco, un uomo di circa 60 anni, un piccolo azionista, ha tentato di togliersi la vita.

Secondo quanto riportano la Tribuna di Treviso e Il Mattino di Padova l’uomo sarebbe entrato nell’Istituto di credito per riavere i suoi soldi. Evidentemente le notizie avute non devono essere state molto soddisfacenti se è vero che la sua reazione è stata quella di un uomo disperato.

Si tratterebbe – secondo quanto emerso finora e come riporta la Tribuna di Treviso –  di Claudio Fagan, 62 anni, ex dirigente di una casa farmaceutica fallita, che aveva già tentato il suicidio nello stesso modo un anno fa. Questo lunedì, 26 giugno, si sarebbe presentato nella filiale di Montebelluna con la sorella, che a sua volta avrebbe accusato un malore.

 Nel 2016 Fagan aveva spiegato “la mia famiglia, non ha più nulla”. “Prima dello scossone – si legge sulla Tribuna di Treviso – Fagan e alcuni suoi parenti detenevano azioni per due milioni di euro.

Azioni che ora non valgono quasi più nulla”. D’un tratto l’uomo aveva “estratto una siringa di insulina (l’uomo è insulino-dipendente), dicendo che l’avrebbe fatta finita”. Dopo una lunga trattativa con i carabinieri, aveva desistito dal suo tragico intento.

La vicenda si è ripetuta in mattinata e sono dovuti intervenire i carabinieri che attualmente indagano sul caso.  A chiamare le forze dell’ordine sarebbero stati gli stessi dipendenti della filiale. Subito sarebbe arrivata un’ambulanza per soccorrere l’uomo, le cui condizioni comunque apparirebbero  non gravi.

Attualmente pare che il piccolo azionista sia barricato dentro i locali della banca  e si rifiuta di uscire.  Sul posto, per cercare di convincere il correntista di Veneto Banca a desistere dai suoi propositi, sarebbero arrivati anche il comandante dei carabinieri e il sindaco.

Fonte: Redazione Tiscali

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.