Home reati ambientali Incendio, bruciano nove quintali di carta. E il fiume si colora di...

Incendio, bruciano nove quintali di carta. E il fiume si colora di viola

471
0
cartiera trevi clitunno inquinato
Loading...

Paura per l’incendio avvenuto nel primo pomeriggio di martedì 23 giugno in una cartiera di Trevi. Non risultano feriti e ad andare a fuoco è stata soprattutto carta da macero. Ma l’incendio è stato abbastanza vasto, tanto che sono arrivati vigili del fuoco da tre caserme: quella di Foligno, quella di Spoleto più un’autobotte da Perugia.

L’incendio è scoppiato nel piazzale della cartiera per cause da accertare. I dipendenti hanno immediatamente lanciato l’allarme. Sono andate in fumo nove tonnellate di carta. Il fiume Clitunno che scorre lì vicino si è colorato di viola a causa dei coloranti della carta che si sono sciolti con l’incendio. Un maxi intervento che ha visto anche la presenza di un elicottero dei vigili del fuoco per scaricare acqua in maniera più efficace.

clitunno viola

Sono intervenuti anche il 118 per ogni evenienza pur non essendoci feriti. Sul posto anche polizia e carabinieri, oltre, sempre inviato dai vigili del fuoco, un camion del nucleo Nbcr Nucleare Batteriologico, Chimico, Radiologico. Un lungo intervento, non privo di difficoltà. A seguire le operazioni anche due funzionari e il comandante provinciale dei vigili del fuoco di Perugia.

Le Cartiere di Trevi: “Non siamo un deposito di rifiuti”

Contrariamente a quanto apparso in qualche organo di stampa – precisa l’Amministratore delegato Franco Graziosi – la nostra azienda non è un deposito di rifiuti. La carta da macero oggetto dell’incendio è stata acquistata da Cartiere di Trevi come materia prima seconda, in parte attraverso il circuito di raccolta nazionale Comieco per la produzione della nostra carta”.

“Presto la ripresa della produzione”

L’azienda, nel ringraziare i Vigili del Fuoco per la prontezza della loro azione e tutti i dipendenti che hanno prestato la loro fattiva collaborazione, si augura di poter provvedere al più presto al ripristino dell’area interessata e alla ripresa della produzione, a tutela di una importante attività industriale per l’Umbria e dell’occupazione di una forza lavoro qualificata che anche in questa drammatica occasione ha dimostrato il proprio attaccamento all’azienda, che opera sul territorio di Trevi dal 1960.

acqua clitunno viola

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.