Home reati ambientali La foresta amazzonica sta subendo i peggiori incendi mai avvenuti

La foresta amazzonica sta subendo i peggiori incendi mai avvenuti

163
0
foresta amazzonica
Loading...

Gli incendi nell’Amazzonia brasiliana sono aumentati del 13% nei primi nove mesi dell’anno rispetto a un anno fa, poiché la regione della foresta pluviale subisce la sua peggiore ondata di incendi in un decennio, come hanno dimostrato i dati dell’agenzia di ricerca spaziale Inpe.

 

I satelliti a settembre hanno registrato 32.017 hotspot nella più grande foresta pluviale del mondo, un aumento del 61% rispetto allo stesso mese del 2019.

 

Nell’agosto dello scorso anno, l’aumento degli incendi in Amazzonia ha catturato i titoli dei giornali e ha suscitato critiche da parte di leader mondiali come il francese Emmanuel Macron sul fatto che il Brasile non stesse facendo abbastanza per proteggere la foresta pluviale.

“Abbiamo avuto due mesi con molto fuoco. È già peggio dell’anno scorso “, ha affermato Ane Alencar, direttrice scientifica dell’Amazon Environmental Research Institute (Ipam) brasiliano.

“Potrebbe peggiorare se la siccità continua. Siamo in balia della pioggia “.

L’Amazzonia sta vivendo una stagione secca più severa rispetto allo scorso anno, che gli scienziati attribuiscono in parte al riscaldamento nell’Oceano Atlantico settentrionale tropicale che allontana l’umidità dal Sud America.

L’intera Amazzonia, che abbraccia nove paesi, ha attualmente 28.892 incendi attivi, secondo uno strumento di monitoraggio degli incendi finanziato in parte dall’agenzia spaziale statunitense, la Nasa.

Gli incendi di settembre non solo stanno bruciando aree e terreni agricoli recentemente deforestati, dove gli allevatori li hanno incendiati per ripulire la terra, ma stanno anche bruciando sempre più foreste vergini, una tendenza preoccupante che suggerisce che la foresta pluviale sta diventando più secca e più incline al fuoco.

Circa il 62% dei principali incendi dell’Amazzonia si sono verificati nelle foreste a settembre, rispetto a solo il 15% ad agosto, secondo un’analisi delle immagini satellitari della Amazon Conservation senza scopo di lucro con sede negli Stati Uniti.

Un’analisi dell’Università Federale di Rio de Janeiro ha rilevato che il 23% delle zone umide, che ospitano la più densa popolazione di giaguari del mondo, è bruciato.

Fonte The Guardian

Foto di Guduru Ajay bhargav da Pexels

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.