Home sanità Perchè la Fondazione di Bill Gates chiede miliardi di dollari al mondo...

Perchè la Fondazione di Bill Gates chiede miliardi di dollari al mondo per fare un vaccino inutile

1613
0
GAtes miliardari
Loading...

Ieri al Global Summit for Next Generation Vaccines (https://www.gov.uk/…/topical-eve…/global-vaccine-summit-2020https://www.youtube.com/watch?v=4Zcoz_c8dYc) abbiamo assistito alla penultima fase del Covid-19.

Bill Gates, la moglie Melinda, la loro fondazione, l’alleanza GAVI con al suo interno la Banca Mondiale, l’UNICEF, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (https://www.gavi.org/our-alliance/about) e altri, hanno richiesto 7,4 miliardi (suppongo si tratti di dollari) per fare milioni di dosi di vaccini.

Naturalmente, anche il nostro presidente del consiglio Conte ha virtualmente preso parte e ha lasciato sul banco 300 milioni di Euro. Fin troppo ovviamente quei soldi non sono suoi, ma sono nostri: quelli delle nostre tasse. Li ha presi e, senza preoccuparsi di chiedere l’approvazione di nessuno, li ha graziosamente “donati” all’associazione Gavi. Lo sottolineo: l’elargizione non è passata attraverso alcuna discussione o votazione in parlamento.

Meno che mai qualcuno ha chiesto il permesso a chi quei soldi li aveva guadagnati (noi.) Perché? Per la cronaca, mi ricordo che il governo “Conte 2” iniziò grazie a due tweet di Trump e Gates.
Un punto interessante è che, mentre noi abbiamo varie organizzazioni umanitarie che ogni giorno tentano di sfamare i vecchi poveri che da sempre non ce la fanno e i nuovi poveri trasformati in tali dalla “saggezza” dei nostri politici, noi regaliamo ad uno degli uomini più ricchi del pianeta 300 milioni.

Quante persone si potevano sfamare? Quanti nuovi posti di lavoro si potevano fare?
Mi sembra, poi, che durante una precedente videocall con Mr Gates (privato cittadino e non uomo di stato al quale inchinarsi) l’ossequiente Giuseppe ne avesse già promessi 180 (sempre milioni).

Quindi, dobbiamo concludere che, mentre il paese chiede pane e lavoro, il primo ministro ci dà al loro posto una punturina di vaccino. Forse un revival di Luigi XVI o, meglio, di sua moglie Maria Antonietta che, quando il popolo gridava di non avere pane rispose: “Allora, mangiate brioche!”

A noi neanche le brioche, ma solo una puntura di un qualcosa che non capiamo bene. Ci assicurano che, contrariamente a quello che dicono in altre nazioni (certo il virus si adatta agli usi e costumi nazionali), l’“epidemia” di Corona virus non è passata e che passerà solo a settembre. Sì: a settembre, ma, sia chiaro, con il vaccino.

Ora, di solito, da che mondo è mondo, all’autunno prossimo avremo l’influenza. Non il Covid-19 in versione attuale ma un’altra mutazione. Insomma, avremo un’altra influenza. E’ scritto che questi virus o catene di RNA mutano facilmente ed in tempi brevi. Solo di questa “epidemia” Oxford ha contato 138 mutazioni.
Quindi, a che cosa servirà un vaccino per un virus che a settembre non c’è più?

E di vaccini ne stanno nascendo tanti, da tante aziende attirate dalla ricchezza dell’affare. In aggiunta, si tratterà di vaccini non testati neanche con il più banale test tossicologico credibile. Insomma, un salto nel buio a fronte di un fiume di denaro e dell’acquisizione di altro potere per qualcuno.

A tutto questo io non ci sto. Io faccio la Sofa Revolution. Stando comodamente seduta sul mio sofà, spengo tutti i canali televisivi facendo scendere l’indice auditel.
Ad esempio, la domenica non guardo RAI2. Sappiamo chi c’è quella sera. Lunedì non guardo RAI 3 e martedì non guardo RAI1. Poi cancello trasmissioni come Report, Le Iene, la d’Urso. Qualcuno me ne suggerisce altre?

L’auditel scende e le pubblicità in queste trasmissioni non più frequentate perdono valore.
Io non compro più prodotti reclamizzati in TV, ma solo quelli di piccoli artigiani, magari quelli che stanno vicino a casa mia. Voglio che sopravvivano loro. Compro carne e frutta a km zero. Da oggi boicotto Amazon e boicotto Infinity, il canale Disney. Devono essere questi signori, i padroni delle televisioni, ad andare da Conte a chiedergli di piantarla con queste vessazioni.

In Italia, nel mondo, siamo in tanti, e, se qualcuno dissente dal teorema “punturine a te (per farti ammalare), e soldi a me”, mi segua. Più saremo, meno possibilità ci saranno di fare del male a noi e ai nostri bambini.

di Antonietta Gatti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.