Home Senza categoria Morgan Freeman trasforma il suo ranch di 50 ettari in un santuario...

Morgan Freeman trasforma il suo ranch di 50 ettari in un santuario per salvare le api

1476
0
morgan freeman
Loading...

Le api sono a rischio estinzione. Gli scienziati hanno notato che stanno diminuendo drasticamente di numero e questa è una pessima notizia dal punto di vista dell’ecosistema. L’uso sempre più massivo di pesticidi e prodotti tossici sta uccidendo questi insetti sociali, così utili per la produzione di miele e cera.

Non solo. Le api impollinano un’enorme varietà di frutti e verdure e, se venissero a mancare, le nostre tavole sarebbero tragicamente impoverite. La portata dell’eventuale estinzione delle api, dunque, potrebbe avere effetti devastanti per il genere umano. Se ne sta preoccupando anche l’attore premio Oscar Morgan Freeman, che da qualche anno ha l’hobby dell’apicoltura.

L’attore possiede un ranch di ben 50 ettari in Mississipi, ed è lì che si prende cura di oltre 25 alveari importati dall’Arkansas. Le api si trovano in un habitat ideale, con fiori di lavanda, magnolia e trifoglio e Freeman è anche entrato a far parte del movimento globale per la loro difesa. Ci informa, inoltre, che una singola colonia può impollinare fino a 300 milioni di fiori al giorno. E sono molte le cose che tutti noi potremmo fare per favorire la loro vita, evitandone l’estinzione.

Innanzitutto cercare di inquinare di meno, contribuendo così a tutta un’altra serie di benefici enormi: la fine del riscaldamento globale e aria più pulita, tanto per iniziare. Certo, si tratta di obiettivi ambizioni e, più prosaicamente, potremmo cominciare con il piantare, nei nostri giardini o sui nostri balconi, piante gradite alle api. Echinacea, croco, calendula e giacinto solo per citarne alcune.

L’opera di sensibilizzazione di Morgan Freeman, e di tutti coloro che si mobilitano per garantire la sopravvivenza delle api, è fondamentale. Tutti i giorni sentiamo parlare di azioni atte a salvaguardare l’ambiente, ma difficilmente ci soffermiamo a pensare alle conseguenze che porta l’inquinamento, pensando erroneamente che non sarà l’utilizzo di un singolo pesticida a cambiare le cose. Invece, basterebbe cominciare a cambiare la nostra visione e a fare, nel nostro piccolo, tutto ciò che è possibile per arginare questo enorme problema.

Fonte e articolo originale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.