Home @social 6 nuove piramidi della società Maya scoperte nello Yucatan

6 nuove piramidi della società Maya scoperte nello Yucatan

981
0

Quando parliamo di cultura Maya, ci riferiamo senza dubbio a una delle civiltà più importanti della storia. Il suo sviluppo è stato più che impressionante e tra le sue grandi caratteristiche ci sono le piramidi. Fino ad oggi, tutti i tipi di resti archeologici continuano a essere trovati. Una scoperta fenomenale per gli archeologi. Si tratta di circa sei grandi strutture, che dimostrano il fiorire di questa civiltà in Mesoamerica.

Una nuova testimonianza dei Maya, che controllavano la regione in epoca preispanica. È un esempio di convivenza tra gli uomini e la loro natura immediata.

Allo stesso modo, in quelle piramidi hanno anche trovato resti umani e una varietà di oggetti e indumenti appartenenti all’élite della società Maya.

La scoperta è stata annunciata dall’Istituto nazionale di antropologia e storia . L’area dello Yucatan è una miniera d’oro per queste opere di archeologia. Accade così che la civiltà dei Maya abbia lasciato testimonianze magistrali e, ogni anno, ne compaiano altre nella giungla.

Queste nuove piramidi erano situate in una regione battezzata come Chaltún Ha e sono state aggiunte al grande catalogo delle opere di costruzione di questa società preispanica. Succede che i Maya siano fioriti nel mezzo della geografia della giungla, e i loro templi e gli edifici siano rimasti sotto la giungla.

La piramide principale si trova nel comune di Izamal . È alta 8 metri e lunga 100 metri . La seconda piramide è alta 6 metri e le sue dimensioni orizzontali sono 50 metri.

Come sono le restanti quattro piramidi? Hanno proporzioni più piccole e sono immersi nella giungla . Quando un edificio si trovava nel mezzo della giungla, di solito era più piccolo a causa della complessità del sito. Ecco perché queste nuove piramidi sono piccole.

Queste strutture si aggiungono alla magia di opere come Chic hen Itzá (catalogata Meraviglia dell’Umanità) e altri luoghi Maya come Tikal . Allo stesso modo, aggiunge alle terre dello Yucatan nuove reliquie di un passato preispanico che fa luce sulla sua esistenza.

Quando gli europei sbarcarono sulle coste americane, i Maya avevano già estinto la loro cultura. Il poco che sapevano è che, in altri tempi, è avvenuto il crollo dei Maya .

È così che l’universo Maya cavalca nel mistero, nel dubbio, nell’ignoto dell’ignoto . A differenza degli Aztechi che erano all’apice del loro mondo, i Maya sono sempre stati una testimonianza, un indovinello che può essere decifrato solo con l’archeologia.

Certamente, era una cultura profondamente radicata nella natura . Forse è qualcosa che dobbiamo imparare nel nostro tempo. Vivi in ​​comunione con il pianeta, nel rispetto della vita e dei processi naturali. È così che hanno fatto nello Yucatan!

Quali nuove scoperte verranno annunciate sui Maya? Ci sono ancora molte piramidi da scoprire nei labirinti della giungla centroamericana . Tra gli alberi, sotto terra, le nuove costruzioni preispaniche rimangono come tesori sepolti.

Fonte https://www.bioguia.com/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.