Home @social Da Piacenza l’acquasantiera digitale con gel benedetto e termoscanner

Da Piacenza l’acquasantiera digitale con gel benedetto e termoscanner

120
0
acquasantiera digitale anticovid
Loading...

Se la temperatura corporea è ok lampeggia la croce verde

Distanziamento sociale, mascherina e gel. La sacra trinità anti-virus non aveva ancora previsto un gesto che salvasse anche l’anima, magari con il segno della croce. Facile a dirsi, impossibile a farsi, perché le acquasantiere, dall’inizio della pandemia, sono state prosciugate in tutte le chiese del mondo. Come conciliare il millenario gesto della cristianità rispettando, oltre al verbo divino, anche il verbo del comitato tecnico scientifico?

La risposta è arrivata da Piacenza, dove London House, un negozio specializzato in oggettistica, vintage e memorabilia, ha brevettato e commissionato all’azienda Novavision un’acquasantiera digitale. Solo che al posto dell’acqua benedetta esce direttamente gel igienizzante, all’occorrenza benedetto, ma qui l’ultima parola spetta al parroco. 

«Ci lavoravamo da giugno, ma il prodotto è uscito ufficialmente due settimane fa – spiega Asma Ayari, direttrice del negozio “London House”, nel centro di Piacenza, una delle città più colpite dal Covid nella prima ondata pandemica -. Volevamo trovare qualcosa di diverso dal solito dispenser, impersonale e toccato da tutti migliaia di volte al giorno. Così abbiamo pensato di esportare l’idea anche nelle chiese, dove l’uso dell’acquasantiera era stato abolito. Abbiamo girato un video promozionale e in pochi giorni lo ha visto un milione e mezzo di persone.

Moltissimi complimenti e qualche critica. Però ci teniamo a ribadire: nessuno vuole sostituire il rito originale. È solo una soluzione per rendere più sicuro un gesto che a molti fedeli mancava».

Da Piacenza l’acquasantiera digitale con gel benedetto e termoscanner

L’aspetto di “Michael”, questo il nome commerciale dell’acquasantiera (un omaggio all’omonimo Arcangelo, spiegano da Piacenza), è quello della classica colonnina delle offerte. Effettivamente, c’è anche il pertugio per l’obolo. Avvicinandosi, viene rilevata la temperatura: se è tutto nella norma, la croce si illumina di verde. A quel punto si possono protendere le mani, sfregarsi col gel e farsi il segno della croce.

«Tocca ai singoli sacerdoti decidere se benedire o no il gel igienizzante», ci tiene a precisare Ayari, che in questi giorni sta gestendo migliaia di richieste di informazioni da tutto il mondo. «Il primo esemplare lo abbiamo donato alla chiesa di San Lorenzo di Biandronno», sul lago di Varese, «ma circa il 10% della produzione lo distribuiremo gratuitamente».

I costi: per assicurarsi un esemplare di Michael occorrono 1.290 euro più iva. Un bell’investimento, ma considerati i tempi di smaltimento della pandemia potrebbe valerne la pena. «Altrimenti possiamo darlo in comodato d’uso, in quel caso il costo è di 57 euro al mese». Ammortizzabili grazie al vano delle offerte. In tempi di emergenza, non si lascia nulla al caso.

Repubblica.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.