Home @social È così che i Rockefeller hanno eliminato la medicina naturale per venderci...

È così che i Rockefeller hanno eliminato la medicina naturale per venderci alla chimica industriale

801
0
medicina rockfeller chimica industriale
Loading...

L’autore Chris Kanthan ha scritto un articolo sorprendente su come la famiglia Rockefeller abbia minato la società moderna in innumerevoli modi, ma quello che la maggior parte di loro non si rende conto è come hanno eliminato le cure naturali.

Oggi la maggior parte delle persone ha già dimenticato il potere curativo delle piante e diffida delle loro proprietà e delle pratiche olistiche.

Che cosa è successo a far diffidare le persone dalle terapie naturali?

C’è molta politica e denaro dietro l’attuale sistema medico. Intorno al 20 ° secolo, quando fu scoperta la possibilità di creare qualsiasi cosa dal petrolio, il lignaggio dei Rockefeller scommise sull’ottenere farmaci da prodotti petrolchimici.

Ma il piano dei Rockefeller per l’industria medica si è imbattuto in un problema: la popolarità della medicina naturale negli Stati Uniti.

Quasi la metà dei medici e degli istituti di medicina negli Stati Uniti praticava la medicina olistica, utilizzando la conoscenza dell’Europa e dei nativi americani. Fu così che la famiglia Rockefeller trovò un modo per sbarazzarsi della sua più grande concorrenza usando la formula classica della dialettica hegeliana: “soluzione-problema-reazione”. Cioè, hanno creato un problema per spaventare le persone e quindi hanno offerto una soluzione pianificata in anticipo.

Il bisogno indotto delle terapie medicinali chimiche

Tutto è iniziato con John Davidson Rockefeller (1839-1937), un monopolista degli Illuminati di origine fariseo, magnate del petrolio, ladro e primo miliardario americano. All’inizio del 20 ° secolo, Rockefeller controllava il 90% di tutte le raffinerie di petrolio negli Stati Uniti attraverso la sua compagnia petrolifera, Standard Oil, che in seguito si divise per diventare Chevron, Exxon, Mobil, ecc.

Allo stesso tempo, intorno al 1900, gli scienziati scoprirono i “prodotti petrolchimici” e la capacità di creare tutti i tipi di sostanze chimiche dal petrolio. Ad esempio, la prima plastica, chiamata bachelite, fu prodotta dal petrolio nel 1907. Gli scienziati scoprirono varie vitamine e presumevano che molti farmaci potessero essere prodotti dal petrolio. Rockefeller vide questa come una meravigliosa opportunità per monopolizzare le industrie petrolifere. Chimica e medicina: la cosa migliore dei prodotti petrolchimici era che tutto poteva essere brevettato e venduto con alti profitti.

Rockefeller ha dovuto trovare un modo per sbarazzarsi della sua più grande concorrenza. Così ha usato la formula classica della dialettica hegeliana: “soluzione-problema-reazione”. Cioè, hai creato un problema per spaventare le persone e poi hai offerto una soluzione pianificata in anticipo.

Rockefeller si è rivolto al suo amico Andrew Carnegie, un altro plutocrate che ha fatto i suoi soldi monopolizzando l’industria dell’acciaio, che ha ideato un piano. Dalla prestigiosa Carnegie Foundation, hanno inviato un uomo di nome Abraham Flexner a viaggiare per il paese e riferire sullo stato di tutti gli ospedali e le facoltà di medicina.

Ciò ha portato alla stesura del Flexner Report, che ha dato origine alla medicina moderna come la conosciamo, attraverso la quale è stata discussa la necessità di modernizzare e centralizzare le istituzioni mediche. Sulla base di questo rapporto, più della metà di tutti gli istituti di medicina tradizionale è stata chiusa molto presto.

L’omeopatia e la medicina naturale furono derise e demonizzate. Molti medici che hanno lavorato con i suoi metodi sono stati persino incarcerati.

Per aiutare con la transizione e cambiare le menti di altri medici e scienziati, Rockefeller ha donato più di $ 100 milioni a scuole e ospedali e ha fondato un gruppo di leader filantropici chiamato “General Board of Education” (GEB).

In pochissimo tempo, tutte le scuole di medicina sono state modernizzate e omogeneizzate. Tutti gli studenti stavano imparando la stessa cosa e la medicina consisteva nell’usare farmaci brevettati.

Gli scienziati hanno ricevuto enormi sovvenzioni per studiare come le piante curano le malattie, ma il loro obiettivo era prima identificare quali sostanze chimiche nella pianta fossero efficaci e quindi ricreare in laboratorio una sostanza chimica simile, ma non identica, che potesse essere brevettata.

“Dare una pillola ai malati” è diventato il mantra della medicina moderna.

Quindi ora, 100 anni dopo, stiamo producendo medici che non sanno nulla dei benefici della nutrizione, delle erbe o di qualsiasi pratica olistica. Invece, abbiamo un’intera società che è schiava delle corporazioni e che ancora le associa all’idea di benessere.

Gli Stati Uniti spendono il 15% del proprio PIL in assistenza sanitaria, ma non si concentrano sulla cura, ma sui sintomi, creando così clienti abituali. Non esiste una cura industriale per il cancro, il diabete, l’autismo, l’asma o anche l’influenza.

Dopo tutto, perché i Rockefeller dovrebbero voler produrre cure reali, se fanno parte di un sistema fondato da oligarchi e plutocrati internazionali, e non medici?

Quando si parla di cancro, l’American Cancer Society è stata fondata nientemeno che da Rockefeller nel 1913.

Ecoportal.net

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.